Loano, due venditori di merce contraffatta fermati dalla municipale

Loano. Continua l’impegno della polizia municipale di Loano nei confronti dell’abusivismo commerciale e della vendita di merce contraffatta.

Ieri pomeriggio gli uomini della pattuglia di “Sicurezza Urbana” hanno effettuato alcuni pattugliamenti in borghese volti a contrastare il fenomeno del commercio irregolare. Durante i controlli, gli agenti coordinati dall’assessore Enrica Rocca e dal comandante Gianluigi Soro hanno sorpreso due cittadini senegalesi a vendere capi d’abbigliamento dai marchi palesemente falsificati all’interno di una spiaggia libera del litorale di ponente.
Immediatamente è scattato il sequestro penale di tutta la merce, costituita da 56 pezzi tra borse, scarpe (ben 37 paia) e bermuda. I due venditori (il 34enne S.S., richiedente asilo residente a Genova, ed il 58enne G.P., residente nella cittadina cuneese di Belvedere Langhe e in possesso di regolare permesso di soggiorno) sono stati denunciati per i reati di “introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi” e “vendita di prodotti industriali con segni mendaci” (articoli 474 e 517 del codice penale).
In seguito la pattuglia di “Sicurezza Urbana” ha fermato un egiziano di 30 anni, E.F.H.E., residente a Loano. L’uomo circolava su un ciclomotore con assicurazione scaduta ed era in possesso di una patente di guida egiziana non “tradotta” e ha quindi subito il ritiro della licenza di guida, che sarà trasmessa alla Prefettura di Savona per gli atti di rito, ed è stato multato così come previsto dal Codice della Strada.

Sul fronte viabilità, invece, sono state completate in questi giorni le operazioni di rifacimento della segnaletica di via Gozzano. L’intervento, che rientra nel più ampio restyling della segnaletica stradale sull’intero territorio comunale, ha comportato le ridefinizione dei segnali “orizzontali” e la sistemazione dei posti auto presenti in zona.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*