Loano, torna in funzione la Casetta dell’Acqua

Loano. Tornerà operativa a partire da lunedì 16 luglio la “Casetta dell’Acqua” di via Bergamo a Loano. A maggio scorso l’amministrazione comunale del sindaco Luigi Pignocca aveva indetto un bando di gara per l’individuazione di un soggetto esterno a cui affidare, per i prossimi tre anni, la gestione del distributore di acqua naturale e frizzante. Allo stesso aggiudicatario spettava effettuare gli interventi di manutenzione per il ripristino della piena funzionalità della “Casetta”, inattiva da dicembre del 2017.

Nel mese di giugno il “Servizio Patrimonio” del Comune ha completato la procedura per l’affidamento del servizio. Il nuovo gestore, la ditta “Gravagno Sandro” di Albenga, si è subito attivato per effettuare i lavori necessari alla riattivazione della struttura. Da lunedì prossimo, dunque, gli utenti potranno nuovamente usufruire della “Casetta dell’Acqua”.

“La riattivazione della ‘Casetta dell’Acqua’ era una priorità – spiegano il sindaco di Loano Luigi Pignocca e l’assessore al patrimonio Enrica Rocca – Da quando è stata attivata, a dicembre 2013, il distributore ha erogato più di un milione di litri di acqua, contribuendo drasticamente a ridurre la quantità di rifiuti inserita nel circuito del riciclaggio, con ovvi benefici per l’ambiente e per le casse dell’amministrazione. Non va dimenticato, poi, l’impatto sulle tasche dei nostri concittadini: un litro d’acqua naturale o frizzante, depurata e micro-filtrata, costa solo 5 centesimi di euro. Visto questo successo e l’importanza della struttura era per noi fondamentale riattivare quanto prima la ‘Casetta dell’Acqua’ e restituire così ai loanesi (e non solo) la possibilità di usufruire di questo utilissimo servizio”.

Ma le novità non finiscono qui: al momento dell’aggiudicazione dell’appalto, infatti, è stata anche garantita l’installazione di una seconda “Casetta dell’Acqua”. Il secondo distributore verrà installato nella piazzola/parcheggio che si trova all’altezza del civico numero 34 sulla via Aurelia.
“Questa seconda struttura – aggiungono Pignocca e Rocca – permetterà anche agli utenti che abitano lontano da via Bergamo di utilizzare la ‘Casetta dell’Acqua’. Contiamo di attivare il nuovo distributore entro la fine di quest’anno”.
Secondo quanto previsto dal bando di gara, il nuovo gestore dovrà mantenere efficiente il distributore; effettuare gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto elettrico, idrico e di videosorveglianza nonché dell’apparato di erogazione dell’acqua e del locale della “Casetta”; garantire le normali condizioni igienico-sanitarie e di sicurezza dell’impianto nel rispetto della normativa di settore e l’idoneità al consumo umano dell’acqua erogata; effettuare l’analisi dell’acqua presso un laboratorio certificato; garantire la distribuzione e la vendita dell’acqua sulle 24 ore tutti i giorni dell’anno.

Vittoria Buratta: cosa cambia con il nuovo Censimento permanente della popolazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*