Esordienti femminili: terzo posto per l’Alassio alle finali regionali

Dopo un bellissimo anno cestistico a livello femminile è arrivata la ciliegina sulla torta con la partecipazione alle finali regionali per le Esordienti della Pallacanestro Alassio nate nel 2006 e 2007.

Durante la stagione sono arrivate seconde nel loro girone con un gruppo affiatato e nato dalla collaborazione con Pall. Borghetto e Le Torri.

Alle finali di Chiavari si sono presentate con entusiasmo già felici del traguardo raggiunto e hanno affrontato la prima del girone di levante, il Dlf Spezia. Le spezzine si sono dimostrate compagine molto forte con una ragazza sopra l’185 cm della quale sentiremo tanto parlare in futuro. Archiviata la semifinale regionale con una sconfitta le ragazze gialloblu sono andate a pranzare ben cariche per la finale terzo quarto posto.

Nel primo pomeriggio le giovani alassine hanno affrontato la compagine di Genova, lo Scat e dopo due quarti equilibrati sono riuscite ad allungare nel punteggio grazie ad un’ottima difesa vincendo 31-10 e conquistando un meritatissimo terzo posto.

“È stata una bellissima stagione che premia il progetto Blue Ponente dove si prova a raggruppare le ragazze per le partite e questo gruppo è nato dalla collaborazione con Pallacanestro Borghetto e con Le Torri. Rispetto allo scorso anno le ragazze hanno fatto passi avanti da gigante e siamo convinti che anche nei prossimi anni i miglioramenti continueranno. Ciò che ci piace maggiormente è l’affiatamento del gruppo e noi, fino a quando avranno passione per questo bellissimo sport, saremo al loro fianco. Complimenti per l’ottimo terzo posto e appuntamento alla prossima stagione cestistica”.

Le protagoniste della stagione sono state: Noemi Lila, Alessia Capetta, Sveva Gandolfo, Florencia Lupano, Olga Vignola, Nohaila Dahmani, Gaia De Vita, Alessia Salomone, Alessia Caviglia, Aurora Rebora, Israe Sotany, Asia Zanframundo, Alice Immordino, Valentina Bottero, Greta Cullhay, Arianna Diaz, Nicole Robaldo, Vittoria Castellengo, Aysela.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*