Liguria: una primavera ricca di turisti

L’Osservatorio Turistico Regionale, gestito in collaborazione fra Regione Liguria e Unioncamere Liguria, ha reso noti oggi i dati del movimento turistico del mese di Marzo. Primavera ricca di turisti per la nostra regione. È stato infatti registrato un aumento di presenze nel mese di marzo 2018 rispetto al 2017, sia a livello regionale (+7 %), sia in ciascuna delle quattro province liguri. Ancor più in crescita il dato degli arrivi in Liguria: forte desiderio di vacanze dunque, magari anche solo di qualche giorno, ma più numerose rispetto all’anno scorso.

Dei 277.898 turisti arrivati, il 62% è costituito da italiani (171.527), in crescita del 2,2% rispetto a marzo 2017, e il restante 38% da stranieri (106.371), che contribuiscono anch’essi in modo molto significativo ad una già avviata tendenza alla destagionalizzazione.

Dall’analisi della provenienza dei turisti italiani verso le destinazioni liguri, si confermano al primo posto i lombardi con 62mila arrivi (+2,3% rispetto a marzo 2017), seguiti dai piemontesi con 37mila arrivi (+2,6%). Questi due bacini di utenza, “tradizionali” per la Liguria – insieme – rappresentano il 58% degli arrivi nazionali.

Sul fronte del turismo straniero, i tedeschi rappresentano sempre il primo mercato estero; al secondo posto i francesi, in aumento sia in termini di arrivi, sia di presenze. Seguono al terzo posto gli svizzeri. Da segnalare anche il forte impulso dato dagli spagnoli, dai russi e dagli inglesi, che contribuiscono vivacemente in termini di presenze.

“Dal punto di vista delle tipologie ricettive, – rileva il Presidente della Camera di Commercio di Genova Paolo Odone – mese positivo sia per le strutture alberghiere, sia per le ricettive complementari. Le presenze passano infatti da circa 510.000 a 520.000 (+2%) per gli alberghi e da circa 145.000 a 181.000 per le strutture complementari. I dati sugli arrivi a livello provinciale parlano di performances positive sia per Genova, che concentra su di sé quasi il 38% di arrivi, sia per Savona, Imperia e La Spezia. Genova, anche quest’anno – si conferma vincente meta di turismo culturale. Ricordiamo che eventi quali la Settimana del Pesto con il Campionato Mondiale del Pesto si sono mostrati capaci di grande attrattività ed appeal sul pubblico”.

Un’ulteriore scoperta positiva è data dal dato provinciale sulle presenze degli stranieri: i turisti provenienti da fuori Italia sono infatti giunti numerosi ed hanno risieduto in Liguria più a lungo che nel 2017.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*