Savona, una panchina rossa per dire no alla violenza sulle donne

Da sabato 12 maggio alle 11 in piazza Giulio II a Savona, una panchina rossa per dire no alla violenza sulle donne. L’iniziativa è promossa dal CIF (Centro Italiano Femminile), con la collaborazione del Comune di Savona, come gesto simbolico di sensibilizzazione e di informazione lanciato dagli Stati Generali delle Donne alla quale hanno aderito diverse città italiane.

“Le Panchine rosse sono il simbolo delle donne vittime di femminicidio, emblema del posto occupato da una donna uccisa da un uomo in quanto donna, segno tangibile di una perdita causata dalla violenza, denuncia del femminicidio, stimolo a un confronto e ad una riflessione sulla violenza e sui cambiamenti culturali necessari per sconfiggerla. Le Panchine rosse vogliono indurre i cittadini a fermarsi, a non dimenticare e a mantenere alta l’allerta, contro l’indifferenza”.

Commenta il Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio: “Abbiamo aderito e collaborato a questa importante iniziativa riservando uno spazio per la Panchina rossa nel cuore della Città, affinchè chiunque passando, possa essere sensibilizzato su un fenomeno che sta dilagando. Una piaga sociale che ha come vittime non solo la donna ma anche i suoi figli, quasi sempre minori, che assistono a tali violenze. La Panchina rossa viene inaugurata ad una settimana di distanza dal primo incontro, svoltosi in Prefettuta, a seguito della firma del Protocollo per la prevenzione ed il contrasto della violenza nei confronti delle donne, minori e persone vulnerabili nella Regione Liguria”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*