Liguria, pressing per la riduzione delle tariffe autostradali

Il Consiglio regionale ha approvato oggi all’unanimità l’ordine del giorno firmato da Stefania Pucciarelli (Lega Nord Liguria Salvini) e Andrea Costa (Liguria Popolare-Noi con l’Italia) che impegna la giunta a intervenire presso il Ministero competente per ottenere un abbassamento delle tariffe autostradali, riportandole ai livelli del 2017, e un impegno a non incrementare l’importo nei prossimi anni. Nel documento si ricorda che il primo gennaio sono scattati gli aumenti, autorizzati dal Governo con l’impegno, da parte delle concessionarie, di migliorare la manutenzione e le infrastrutture: il rincaro medio sull’intera rete autostradale consiste nel 2,74%.

Contenimento delle tariffe dei pedaggi. Il Consiglio regionale ha inoltre approvato all’unanimità l’ordine del giorno, presentato da Francesco Battistini e Giovanni Battista Pastorino di Rete a Sinistra &liberaMENTE Liguria, che impegna la giunta ad intervenire presso il Ministero e presso Salt per ridurre il costo del pedaggio tra i caselli di Aulla, La Spezia e Sarzana, in modo da incentivare l’utilizzo della rete autostradale in questo tratto sgravando la viabilità ordinaria soprattutto da parte del traffico pesante. Il consigliere ha ricordato che gli aumenti delle tariffe autostradali rendono antieconomico per gli operatori dei trasporti un utilizzo della rete autostradale per il traffico merci, in particolare da e per il Porto della Spezia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*