Vandali in azione sul lungomare di Borghetto (foto)

Nella notte tra giovedì e venerdì sono stati perpetrati atti vandalici, imbrattamenti a strutture ed arredi urbani del Comune in diverse parti del litorale marino di Borghetto Santo Spirito.

Purtroppo, dice l’amministrazione, “neppure la nuova passeggiata di Capo Santo Spirito, tanto apprezzata dai cittadini, è stata risparmiata da comportamenti di incivili se non addirittura da definire delinquenti. I danneggiamenti sarebbero opera di alcuni giovani che sembrano divertirsi a rompere continuamente ciò che viene riparato e risistemato a spese della collettività. Anche l’immagine del paese, nonostante tutti gli sforzi che sta effettuando l’Amministrazione Comunale del sindaco Giancarlo Canepa, viene deteriorata, sopratutto in questo periodo che vede arrivare, in città, molti turisti per le vacanze pasquali”.

Grazie agli impianti di videosorveglianza pubblici e privati presenti nell’area, sono in corso gli accertamenti da parte delle Forze dell’Ordine per individuare gli autori dei fatti. Questo il commento del primo cittadino di Borghetto Santo Spirito: “Qualche giorno fa ho presenziato alla visita dei ragazzi della V classe delle nostre scuole alla caserma dei Carabinieri di Borghetto. Il Comandante, Luogotenente Roberto Milano, li ha accolti con un bellissimo discorso sottolineando che le Forze dell’Ordine sono a loro disposizione sempre, per qualunque esigenza. Ha poi evidenziato quanto sia importante la legalità basata sul rispetto per le istituzioni e per il patrimonio pubblico. Ho apprezzato tantissimo questa iniziativa volta a sensibilizzare e responsabilizzare i nostri bambini. È da loro che dobbiamo ripartire per sperare di sanare questa società”.

“Ora, invece, mi rivolgo a coloro che in queste notti hanno imbrattato la nostra passeggiata a mare. Purtroppo per voi alcune delle vostre bravate sono state riprese da telecamere di videosorveglianza. Tolleranza zero per le vostre incivili azioni. Non riuscirete a togliermi la speranza che mi hanno regalato i nostri bambini” conclude il sindaco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*