Il savonese “Firma e pesta” (nonostante la pioggia) – foto

Nonostante la pioggia, sono stati molti i comuni della provincia di Savona che hanno animato oggi la giornata “Firma e pesta” a sostegno della candidatura UNESCO del pesto al mortaio quale patrimonio culturale dell’Umanità. Mortaio e pestello alla mano, erano presenti anche tanti amministratori, sindaci compresi. Così a Savona città, dove la manifestazione del pesto alla genovese si è tenuta al Santuario, con il sindaco Ilaria Caprioglio a cimentarsi nella rituale pestatura del basilico, e ad Albenga dove per il maltempo tavoli e registri sono stati dirottati, con il sindaco Giorgio Cangiano, da piazza San Michele al Chiostro coperto Ester Siccardi in Viale Martiri.

Anche ad Alassio in molti, soprattutto bambini, si sono cimentati nella pestatura del basilico al mortaio e sono state “tantissime le firme raccolte”. Tra i partecipanti, anche testimonial – anzi, “pestimonial” – d’eccezione: il “papà” di Striscia la Notizia Antonio Ricci e il noto autore Lorenzo Beccati, che si sono affiancati al Sindaco Enzo Canepa e all’Assessore Simone Rossi per sostenere e promuovere l’eccellenza ligure.

E non poteva certo mancare “Andora, seconda piana di produzione del Basilico Genovese DOP”, che “ha aderito con entusiasmo a questa iniziativa: gli andoresi rivendicano con orgoglio l’origine ligure di questa ricetta che ha conquistato il mondo e di cui deve essere tutelata la ricetta originale – ha dichiarato il sindaco Mauro Demichelis – Un evento che è anche un invito ai turisti a venire a conoscere la nostra tradizione agricola e gastronomica, acquistando i prodotti come olio extravergine d’oliva, basilico e pesto, ma anche le primizie dell’orto e i fiori,  direttamente dai produttori  andoresi. Grazie ai nostri tutor, Simone Peirano e la signora Nella Piccardo che hanno dato preziosi consigli e che, insieme a quanti hanno collaborato con il Comune,  ben rappresentano lo spirito degli andoresi, sempre pronti a lavorare insieme quando si tratta di far conoscere le eccellenze del nostro paese”.

In piazza Santa Maria ad Andora Simone Peirano, fra i partecipanti al Campionato Mondiale di pesto o al mortaio 2018,  e la signora Emanuela Piccardo hanno guidato come tutor la brigata di pestatori che, aderendo all’appello della Regione Liguria, hanno portato il mortaio in  piazza e realizzato la salsa insieme al sindaco di Andora Mauro Demichelis, al sindaco di Testico Lucia Moscato, l’Assessore alle Associazioni Patrizia Lanfredi, alla Cultura Maria Teresa Nasi e al delegato all’Agricoltura Marco Giordano del Comune di Andora. Tanti i bambini che hanno dimostrato grande abilità con il pestello. Gli andoresi hanno raccolto la sfida e riempito di firme il registro che sarà a disposizione anche nei prossimi giorni allo Sportello dei Cittadini del Comune di Andora.

Andora, “Agricoltori cogliete l’opportunità di coltivare il basilico nell’entroterra”

GOS del nucleo della Spezia fa brillare bomba

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*