“Loa – Leggo in Ogni Angolo”, un progetto di lettura spontanea e di strada

Si intitola “Loa – Leggo in Ogni Angolo” il progetto di lettura spontanea e di strada elaborato dal Comune di Loano che è stato al centro del tavolo con associazioni, gruppi e librerie della città convocato giovedì scorso per discutere i contenuti del “Patto per la Lettura”.

Durante l’incontro, l’assessore a turismo, cultura e sport Remo Zaccaria ed il funzionario dell’ufficio cultura del Comune Marta Gargiulo hanno ribadito l’importanza del riconoscimento di “Città che Legge” ricevuto lo scorso anno e della partecipazione alla prima convention nazionale delle “Città che Leggono” tenutosi il 9 marzo.

Nel corso del 2017 Loano ha ottenuto lo status di “Città che Legge”, riconoscimento rilasciato dal circuito del “Centro per il Libro e la Lettura” (Cepell) d’intesa con Anci e volto a promuovere e valorizzare le amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di incentivazione alla lettura. Oltre a Loano, in Liguria sono “Città che Leggono” solo Cervo e Genova.

Lo scorso 9 marzo l’assessore Zaccaria ha partecipato alla convention “Ripensare la città attraverso i libri” tenutasi nell’ambito della fiera internazionale dell’editoria “Tempo di Libri” a Milano. Oltre all’assessore loanese alla fiera erano presenti anche gli altri rappresentanti dei 400 comuni italiani che hanno ricevuto la qualifica di “Città che Legge”. L’iniziativa è stata l’occasione per illustrare i risultati dei primi “Patti per la Lettura”, presentare i progetti vincitori dei bandi 2017 dedicati ai Comuni che hanno ottenuto la qualifica di “Città che Legge” e introdurre il nuovo avviso pubblico che consentirà ai Comuni interessati di partecipare alla rete e unire le forze nel rilancio della lettura.

Per il 2018, il tema di “Città che Legge” è la lettura spontanea e di strada. In quest’ottica, l’ufficio cultura del Comune di Loano ha predisposto il progetto “LOA – Leggo in Ogni Angolo”, che prevede eventi di lettura spontanea in diverse zone della città.

“L’incontro è stato molto positivo – spiega il sindaco Luigi Pignocca – Le associazioni, le librerie e le altre realtà coinvolte nel ‘Patto per la Lettura’ hanno risposto con grande entusiasmo e hanno dato la loro disponibilità a lavorare a fianco del Comune per la buona riuscita di questa importante iniziativa, ciascuno dando il proprio contributo in termini di forze ed idee. Ancora una volta le realtà del nostro territorio si dimostrano una risorsa fondamentale per l’amministrazione comunale”.

“L’iniziativa ‘LOA – Leggo in Ogni Angolo’ è stata sottoposta all’attenzione del ministero per i beni e le attività culturali, che l’ha valutata favorevolmente– aggiunge Remo Zaccaria – perciò siamo pronti a partire. Da parte nostra, riteniamo si tratti di un ulteriore, innovativo modo per incentivare e promuovere la lettura, specialmente tra i più giovani. Per leggere non occorre per forza recarsi in biblioteca o stare seduti comodi in poltrona. Con questo progetto vogliamo dimostrare che ‘ogni posto è buono per leggere’ se lo si desidera. E che non si legge solo per ‘ingannare il tempo’ ma per il piacere di farlo e anche e soprattutto per trarne un arricchimento personale”.

L’iniziativa dovrebbe essere lanciata con un evento sperimentale il prossimo 6 maggio. Il Mondadori Bookstore e la “Libreria del Conte” hanno già dato la loro disponibilità a partecipare. La dirigente scolastica del Falcone, Ivana Mandraccia, ha proposto di coinvolgere l’istituto scolastico nell’ambito dei progetti di stage per gli studenti.

Nel corso della riunione sono stati esposti i contenuti del “Patto per la Lettura”, che coinvolge le istituzioni scolastiche del paese, le librerie,la casa di riposo comunale, le associazioni culturali e di volontariato, i servizi sociali, gli editori locali, le imprese private, i cittadini e tutti coloro che condividono l’idea che la “lettura, declinata in tutte le sue forme, sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell’individuo e della società uno strumento straordinario per l’innovazione e lo sviluppo economico e sociale di Loano”.

Il “Patto per la Lettura” si propone di creare una rete territoriale strutturata al fine di “ridare valore all’atto di leggere come momento essenziale per la costruzione di una nuova idea di cittadinanza”. Il particolare, il patto mira a: riconoscere l’accesso alla lettura quale diritto di tutti; rendere la pratica della lettura un’abitudine sociale diffusa e promuovere, attraverso la lettura, l’apprendimento permanente; avvicinare alla lettura i non lettori (con particolare riferimento alle famiglie in cui si registra un basso livello di consumi culturali), i bambini (sin dalla prima infanzia e, ancora prima, sin dalla gravidanza della madre), i nuovi cittadini (con particolare attenzione agli immigrati stranieri), i giovani, gli anziani (specialmente quelli ospiti delle strutture assistenziali e di riposo); allargare la base dei lettori abituali e consolidare le abitudini di lettura, soprattutto nei bambini e ragazzi; favorire un’azione coordinata e sistematica di moltiplicazione delle occasioni di contatto e di conoscenza fra i lettori e chi scrive, pubblica, vende, presta, conserva, traduce e legge libri, dando continuità e vigore alle iniziative di promozione alla lettura già collaudate, sviluppandone sempre di nuove e innovative e creando ambienti favorevoli alla lettura.

Dopo aver presentato il “Patto per la Lettura”, i partecipanti alla riunione hanno ribadito l’intenzione di confermare anche per il prossimo futuro le iniziative alla promozione della lettura. Tra queste ci sono le rassegne dei “Martedì della Cultura” e “Libri sotto l’Albero” (che prevedono “incontro con gli autori” e la presentazione di opere di narrativa contemporanea e poesie con musica) e “Dischi volanti”.

Nell’incontro si è anche stabilito di proseguire il progetto di presentazione di libri a favore degli alunni delle scuole elementari della città avviato in via sperimentale a novembre dello scorso anno. Tale progetto sarà inserito nel Piano di Offerta Formativa del prossimo anno e, nelle intenzioni, dovrebbe essere esteso anche agli studenti dell’istituto Falcone, con una selezione di libri per un pubblico “più maturo”. Lo staff del Mondadori Bookstore si è offerto di ampliare la rassegna di laboratori didattici che si svolgono settimanalmente all’interno della libreria con altri eventi simili dedicati ai ragazzi più grandi.

Sempre sul fronte delle attività delle singole librerie, lo staff della “Libreria del Conte” di via Garibaldi si è offerto di organizzare una rassegna di libri estiva nell’area di Orto Maccagli.

Nella biblioteca di Palazzo Kursaal, intanto, prosegue a ritmo serrato il lavoro di catalogazione nel database SBN dei volumi ancora presenti in archivio. Ultimata quest’operazione, che richiede una certa quantità di tempo, è intenzione dell’amministrazione procedere con l’acquisto di una partita di nuovi volumi e, se rimarrà spazio, si valuterà la disponibilità ad accettare eventuali donazioni di volumi singoli.

GOS del nucleo della Spezia fa brillare bomba

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*