“Libro parlato” per i non vedenti: nella Biblioteca Civica di Andora una scelta di più di 9000 titoli in audio libri

Inaugurato questa mattina nella Biblioteca Civica di Andora, il servizio “Il Libro Parlato” che mette a disposizione delle persone ipovedenti, non vedenti o con difficoltà di apprendimento, più di 9000 titoli: si tratta di audio libri dei generi più disparati, dai classici ai best seller, che gli utenti della Biblioteca potranno scaricare e avere in prestito, come accade con i libri cartacei.

La Biblioteca Civica ha realizzato la postazione grazie a una donazione del Lions Club Andora Valle del Merula che ha messo a disposizione il computer per collegarsi con il service centrale del Libro Parlato Lions di Verbania che porta gli audio libri anche in scuole, ospedali, centri di aggregazione e ovunque ci siano persone in difficoltà con la lettura.

Il progetto, è stato presentato dal Presidente del Club Bruno Zanoni che ha ricordato come a promuovere l’iniziativa operativa da oggi, sia stato il past Presidente Pierluigi Alberti, che ha partecipato alla cerimonia di donazione insieme a Patrizia Lanfredi, Assessore alle Associazioni del Comune di Andora, a Lucia Gagliolo, Responsabile della Biblioteca Civica che ha ricevuto il guidoncino del Club dal past Governatore, Carlo Calenda, e ai soci geometra Roberto Salta e l’avvocato Tamara Grossi.

Il sindaco di Andora, Mauro Demichelis, ha sottolineato lo spirito di servizio verso la comunità che contraddistingue l’impegno dei LIONS. “La Biblioteca Civica di Andora, grazie alla generosità del Club Andora Val Merula, da oggi offre un servizio culturale importante e inclusivo per coloro che abbiano problemi di vista o con la lettura – ha detto il primo cittadino di Andora – Inoltre, grazie al “Libro Parlato” abbiamo raddoppiato i titoli a disposizione degli utenti. Ricordo – ha detto, inoltre, Mauro Demichelis – che i soci del Club hanno già realizzato tante attività a favore della collettività di Andora e dell’Unione, fra cui la donazione di defibrillatori, la manutenzione dell’aiuola sulla passeggiata e la posa di panchine a Testico”.

L’andorese Olivero Griffa ha inaugurato e sperimentato per primo il servizio, complimentandosi con coloro che l’hanno ideato e sottolineando quanto siano bravi coloro che prestano la loro voce per gli audio libri.

“Io sono appassionato di canto che mi emoziona molto – ha detto – ma credo che sia necessario essere più bravi dei cantanti per rendere con la voce tutte le sfumature emotive che la parola scritta può suscitare nel lettore”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*