Protocollo d’intesa tra il Comune di Loano e le associazioni dei consumatori

Loano. Migliorare ed ottimizzare i servizi pubblici; analizzare e risolvere i problemi e le inefficienze segnalate dai cittadini; garantire la massima trasparenza in merito alla gestione delle attività; favorire un consumo consapevole, sostenibile, equo e solidale da parte degli utenti. Sono questi alcuni degli obiettivi del protocollo d’intesa stipulato dall’amministrazione comunale del sindaco Luigi Pignocca con le associazioni dei consumatori presenti sul territorio (Assoutenti Savona, Adiconsum, Lega Consumatori Savona, Federconsumatori Savona, Movimento per la Difesa del Cittadino, Codacons).

“Le associazioni dei consumatori – osserva il sindaco di Loano – rivestono un ruolo fondamentale in quanto rappresentano gli interessi dei cittadini e difendono i diritti degli utenti che usufruiscono dei servizi pubblici e privati. Per questo è necessario fare in modo che queste realtà siano il più possibile indipendenti ed informate a proposito di tutti gli aspetti riguardanti le prestazioni al pubblico”.

Non sono solo le associazioni dei consumatori a lavorare in questa direzione: “Da sempre la nostra amministrazione si pone come obiettivi concreti quello di rendere le proprie attività più accessibili, efficaci ed efficienti, tutelare i diritti e gli interessi di tutti quei cittadini che ne usufruiscono e ne beneficiano e, in ultimo, favorire il consumo consapevole, sostenibile, equo e solidale. Per questi motivi abbiamo deciso di procedere con la sottoscrizione di un protocollo di intesa che porterà all’istituzione di un tavolo tecnico a cui è affidato il compito di approfondire i temi legati alla gestione dei servizi erogati dal nostro Comune e dalle partecipate ad esso collegate”.

Gianluigi Taboga, presidente nazionale onorario di Assoutenti, spiega: “L’articolo 58 della Costituzione prevede che la società civile sia improntata secondo il criterio della sussidiarietà. Le associazioni dei consumatori riconosciute hanno il compito di integrare l’azione delle amministrazioni locali e perciò possono arrivare a stipulare protocolli d’intesa volti proprio a garantire la messa in atto di quanto previsto dalle norme vigenti. Questo specialmente dal punto di vista del corretto funzionamento e della buona gestione dei servizi pubblici nell’interesse dei cittadini in quanto consumatori ed utenti”.

“Protocolli d’intesa come quello stipulato dal Comune di Loano e dalle associazioni dei consumatori hanno l’obiettivo anche di superare le diversità che caratterizzano le amministrazioni locali dal (e come gli altri già realizzati a Finale Ligure, Borghetto Santo Spirito, Alassio e Albenga) punto di vista della gestione dei servizi pubblici: uniformando regolamenti, carte dei servizi, sistemi e metodi di gestione si potranno garantire maggiori risparmi e l’ottimizzazione delle risorse”, conclude Taboga.

Il tavolo tecnico (che sarà coordinato dal sindaco o da un suo delegato) vedrà la partecipazione del Comune di Loano, delle associazioni dei consumatori e, come detto, delle aziende partecipate dello stesso Comune. L’obiettivo primario del tavolo è migliorare la gestione delle seguenti materie: tributi e tariffe; servizi cimiteriali, bagni marini e manutenzione; turismo e commercio; ambiente ed energia (rifiuti e acque); istruzione, sanità e servizi alla persona; casa e territorio; sicurezza; efficienza ed efficacia della pubblica amministrazione.

Il tavolo tecnico avrà anche il compito di esaminare e risolvere gli eventuali disservizi segnalati dai cittadini tramite lo sportello Urp, nonché proporre iniziative volte al miglioramento dei servizi erogati direttamente dal Comune o dalle società partecipate. Il tavolo si occuperà anche di individuare ed analizzare i bisogni e le problematiche riscontrate dagli utenti attraverso attività di studio e di monitoraggio permanente della soddisfazione degli utenti in merito al rispetto degli standard.

In base al protocollo, poi, il Comune di Loano si impegna a consentire e facilitare il più possibile l’accesso alle informazioni e alla documentazione relativa alla gestione dei servizi pubblici e a condividere le attività di studio, ricerca e verifica sulle questioni riguardanti la qualità, l’efficienza, l’economicità e l’universalità della gestione dei servizi. Infine, il tavolo si occuperà di favorire l’informazione, l’educazione e la promozione dei servizi comunali e di informare gli utenti anche in merito alle attività svolte dal tavolo stesso.

Il protocollo stipulato tra il Comune di Loano e le associazioni dei consumatori ha una durata di cinque anni. Al termine, le parti analizzeranno i risultati ottenuti e, nell’ottica di migliorare continuamente la qualità dei servizi erogati a tutela dei diritti del cittadino, procederanno alla stipula di un nuovo protocollo d’intesa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*