Non solo Moussorgski: il pianista Mario Panciroli in concerto ad Albenga e Savona

Mario Panciroli - pianista

Mercoledì 14 marzo alle ore 21, nell’Auditorium dell’Accademia Musicale Ferrato-Cilea (via Zara 4 – Savona), concerto straordinario organizzato dall’Associazione Musicale Rossini in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica di Savona. Si esibirà il pianista milanese Mario Panciroli, diplomato presso il Conservatorio della sua città ma formatosi sotto la guida di Aldo Ciccolini il cui incontro, avvenuto all’età di 16 anni, ha rappresentato una svolta profonda nella sua formazione pianistica, determinando quel mutamento artistico che il noto pianista italo-francese ha generato con il suo insegnamento.

Il maestro Panciroli si esibirà la sera successiva, giovedì 15 marzo, all’Auditorium San Carlo in Palazzo Oddo ad Albenga, con inizio concerto sempre alle ore 21.

In carriera Mario Panciroli ha tenuto oltre un migliaio di concerti sia in Recital che con Orchestra nelle sale più importanti del mondo, partecipando a numerosi Festivals internazionali e collaborando con importanti direttori d’orchestra tra cui: Armin Jordan, Lawrence Foster, Leos Swarovsky.

Il pianista milanese che ha recentemente debuttato a Hong Kong nel prestigioso Auditorium Jokey Club, dove la critica ha sottolineato: “il brillante virtuosismo, la personalità esecutiva, il repertorio variegato e le scelte intelligenti dei programmi presentati”, eseguirà una delle celebri sonate di Muzio Clementi (Sonata in sol min. op. 7 n. 3) dove i contrasti dinamici, le gradazioni timbriche, le esplorazioni nelle regioni estreme della tastiera, l’uso creativo dei pedali mostrano una volontà di approfondire le possibilità tecniche ed espressive dello strumento che trova riscontro solo in Beethoven.

Seguirà la Suite Bergamasque che denota l’interesse del compositore francese per le maschere della commedia dell’arte e per le danze, e che contiene il celebre Claire de lune riecheggiante l’omonima poesia di Verlaine.

La seconda parte del concerto prevede l’esecuzione dei Quadri di un’esposizione di Moussorgsky, lavoro tra i più originali del secondo Ottocento musicale che traggono ispirazione da una mostra di acquarelli e disegni del pittore Victor Hartmann, amico del compositore. Consegnati alla fama nella versione orchestrale di Ravel, i dieci brani, ciascuno intitolato a una delle opere esposte, costituiscono una sorta di itinerario fantastico che prende le mosse da una pagina, Promenade, ripetutamente inserita durante il percorso e caratterizzata sempre in modo diverso, mediante sottili ma intensi ritocchi al tessuto armonico, quasi a voler registrare i mutamenti che di volta in volta intervengono a modificare lo stato d’animo del musicista-visitatore.

PROGRAMMA: M. CELEMENTI — Sonata in sol minore op. 7 n. 3; C. DEBUSSY — Suite Bergamasque; M. MOUSSORGSKY — Quadri di una Esposizione. INGRESSO: € 15,00

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*