Lutto per Elio Santamaria, pioniere della floricoltura italiana

Si è spento ieri, circondato dall’affetto della sua famiglia, Elio Santamaria. Ligure, 87 anni è universalmente riconosciuto come uno dei “pionieri” della floricoltura non solo di Sanremo e della Liguria, ma dell’intero Paese.

Santamaria fu il primo produttore di talee di garofano in Italia. Alla fine degli anni cinquanta del secolo scorso, già una vita dedicata da sempre alla floricoltura, divenne ottenitore e distributore di varietà di garofani affermandosi, fin da subito, nel panorama ligure ed in quello nazionale con grandi successi che lo fecero conoscere, immediatamente, a livello internazionale.

Imprenditore capace quanto noto, creò un’azienda ancor oggi considerata “fiore all’occhiello” dell’intero panorama floricolo. Arrivò ad occupare fino a cento dipendenti, mostrando da subito capacità eccelse.

Brillante esempio, quindi, di imprenditorialità e lungimiranza nelle scelte aziendali, sempre all’avanguardia, lascia in eredità ai figli Sergio e Sandra – già presidente di Confagricoltura Imperia, cui da sempre l’azienda è associata – il sapere di una vita.

Di lui la figlia Sandra ha confidato ieri “se ne va un Maestro che lascia nei nostri cuori il suo sapere”. Il sapere, appunto, di una vita spesa con passione ed amore per e nella floricoltura. L’azienda grazie a lui, ed alla sua famiglia oggi, è diventata leader internazionale nel settore dei garofani, essendo presente con proprie varietà in oltre 40 Paesi del Mondo. Sergio e Sandra hanno saputo raccogliere il suo testimone e la sua eredità, sviluppando in chiave moderna, un’azienda già splendida che siamo sicuri continuerà ad essere emblema di quel made in Italy che deve tanto alla floricoltura. Floricoltura che, certamente, deve molto ad Elio Santamaria, uno dei suoi pionieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*