Rinnovato accordo di collaborazione Banca Carige / Unione Provincia Albergatori di Savona

Dopo gli ottimi risultati ottenuti con l’intesa del 2017 che ha portato al finanziamento dei progetti di ammodernamento e di rilancio di oltre 40 imprese alberghiere, in particolare nell’area di Alassio e Finale, Banca Carige e l’Unione Provinciale Albergatori di Savona consolidano ed ampliano la propria collaborazione. È stato infatti siglato oggi, presso la Sede di Savona dell’Area Savona-Imperia di Banca Carige, il rinnovo dell’Accordo di collaborazione tra l’istituto di credito ligure e l’Associazione di categoria.

Presenti alla firma dell’accordo il Presidente Angelo Berlangieri dell’U.P.A. Savona ed il Direttore Carlo Scrivano; per Banca Carige sono intervenuti Alessio Berta, Manager dell’Area Commerciale Savona-Imperia della Banca, Carlo Sambarino del segmento Corporate, e Luca De Blasi ed Emanuela Amodei del settore Small Business.

Il nuovo protocollo prevede una serie di agevolazioni (su servizi e credito), mediante il quale la Banca intende sostenere forme di collaborazione con l’Associazione per rispondere più efficacemente alle esigenze in ambito finanziario delle imprese associate.

Sono previste significative agevolazioni rispetto alle attuali condizioni di mercato sia per quanto riguarda l’accesso al credito da parte delle imprese associate (sia di lungo o medio termine sia affidamenti a breve termine), sia per quanto riguarda l’utilizzo di altri servizi bancari (ad esempio ‘servizio Pos’ e ‘servizi on line’).

Altro aspetto, che è forse il più importante, è il rapporto diretto con l’istituto di credito, che così potrà essere ancora di più la ‘banca del territorio’. Gli imprenditori del settore turistico potranno confrontarsi personalmente con i referenti di Banca Carige e con consulenti dedicati a seconda delle esigenze manifestate dai clienti, tenuto anche conto della conoscenza personale e diretta dell’imprenditore stesso, della sua storia, di quelle che sono le sue prospettive ed i suoi progetti di sviluppo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*