Liguria, rinnovo della convenzione della Medicina Generale

È stata approvata all’unanimità oggi dal Consiglio regionale la mozione presentata da Fabio Tosi (M5S), e sottoscritta dai colleghi del gruppo, che chiede alla giunta di evidenziare nella trattativa sul rinnovo della convenzione della Medicina Generale alcuni aspetti: la prevista abolizione delle guardie mediche e il superamento dell’attuale distinzione tra medici di assistenza primaria e medici di continuità assistenziale per cui, nella nuova articolazione territoriale, il medico di cure primarie potrà svolgere sia attività professionale di tipo fiduciario che su base oraria. Prima del voto l’assessore alla sanità Sonia Viale ha espresso parere favorevole.

Col nuovo atto di indirizzo per il rinnovo della convenzione, commenta Fabio Tosi, portavoce MoVimento 5 Stelle Liguria, “vengono, di fatto, abolite le guardie mediche, sottraendo ai cittadini l’assistenza della medicina generale per le 8 ore notturne dei giorni feriali, mentre per le 12 ore dei festivi e pre-festivi si prevede di ricorrere al 118 per semplici sintomi come febbre e mal di pancia. Risultato? Un inevitabile intasamento del numero di primo soccorso, che mette a rischio quei pazienti alle prese con vere e gravi emergenze, a cui il 118 potrebbe salvare la vita”.

“Con il voto di oggi abbiamo impegnato Toti e Viale a portare queste istanze al tavolo della trattativa, insieme al recupero dei Cup, alla tutela e alla salvaguardia delle pubbliche assistenze, alla riduzione delle liste d’attesa lumaca, alla carenza di posti letto negli ospedali e di personale sanitario. Ora – conclude Tosi – alle parole seguano i fatti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*