Giorno della Memoria, ad Alassio una targa per Luigi Therisod

Nella giornata di domani, sabato 27 gennaio, alle 10.30, nell’atrio del Palazzo Municipale di Alassio si svolgerà la cerimonia di intitolazione di una targa a Luigi Therisod – morto nel 1944 nel campo di concentramento di Mauthausen – nell’ambito delle iniziative in programma per la celebrazione​ della “Giornata della Memoria” 2018.

Stando alle ricerche condotte da Ferruccio Iebole, la famiglia Therisod si è trasferita dal Piemonte ad Alassio ed è composta da cinque persone: i genitori e tre figli maschi, l’ultimo Luciano alassino di nascita. Il primogenito Luigi si trasferisce nuovamente nel paese di origine Calamandrana nell’estate del 1943 per aiutare nel lavoro gli zii che gestiscono una panetteria. La famiglia Therisod è di idee socialiste e comuniste e dichiaratamente antifascista e in questo ambiente che viene a contatto con le formazioni partigiane garibaldine savonesi della Stella Rossa a cui si unisce.

Nel dicembre del 1943 dopo uno sbandamento alcuni garibaldini si rifugiano nell’albergo Nazionale di San Giacomo di Roburent dove vengono circondati e arrestati dai partigiani delle formazioni autonome che avevano stipulato un patto con i tedeschi per la tutela del territorio. Anche se gli arrestati si dichiarano partigiani garibaldini combattenti vengono consegnati ai Carabinieri che li trasferiscono prima a Cuneo e l’11 febbraio 1944 a Torino.

Il 13 marzo 1944 Luigi viene trasferito insieme ad altri sette partigiani dalle carceri torinesi ai vagoni bestiame che li porteranno il 20 marzo nel campo di concentramento di Mauthausen. Purtroppo non si hanno notizie di come Luigi Therisod, nome di battaglia Gigi, abbia trascorso quei mesi, ma si conosce la data della morte il 14 settembre 1944 alla sola età di 19 anni. La famiglia non ha mai potuto piangerne il corpo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*