Scenari futuri possibili “Per un’Europa federale”

Il Movimento Federalista Europeo, in collaborazione con il Gruppo Spinelli al Parlamento europeo, con l’Unione Europea dei Federalisti e con la Gioventù Federalista Europa, e con il patrocinio della Rappresentanza della Commissione europea in Italia, organizza sabato 27 gennaio, a Roma, una Convenzione nazionale “Per un’Europa federale – Il ruolo e le responsabilità dell’Italia”, presso il Centro Congressi Roma Eventi di Piazza di Spagna.

L’obiettivo, anche in vista dell’avvio della campagna elettorale, è quello di creare l’occasione di un confronto con esponenti del Governo, leader delle forze politiche pro-europee, e rappresentanti del mondo economico, imprenditoriale, delle associazioni di categoria e della società civile, per contribuire a far emergere una posizione condivisa sull’Europa e sul suo rilancio, e per sostenere la costituzione di un fronte, anche trans-partitico, contro le forze euroscettiche e populiste.

La Convenzione inizierà alle 10.30 con il saluto della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e l’avvio della prima sessione sul tema Rilanciare l’Europa: sovrana, democratica, federale.

I lavori si apriranno con l’introduzione del Presidente del MFE Giorgio Anselmi, cui seguiranno gli interventi degli esponenti del Gruppo Spinelli: Elmar Brok, Parlamentare europeo tedesco del PPE, Co-Presidente dei Parlamentari europei del Gruppo Spinelli e Presidente dell’Unione Europea dei Federalisti, Mercedes Bresso, Parlamentare europea del Gruppo S&D, membro del Board del Gruppo Spinelli, e Andrew Duff, già Parlamentare europeo dell’ALDE e Presidente del Gruppo Spinelli. Seguiranno gli interventi degli esponenti del mondo della politica. Per il Governo, al momento, ha già confermato la sua presenza il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega agli Affari europei, Sandro Gozi. Altre presenze già confermate sono quelle di Stefano Bonaccini, Presidente europeo del CERM (Council of European Municipalities and Regions); di Emma Bonino per +Europa, di Piero Fassino per il PD, di Stefano Parisi per Energie per l’Italia.

Al pomeriggio è in programma una seconda sessione, dedicata a Un bilancio dell’Eurozona per le politiche europee, per l’economia, l’industria, il lavoro, l’ambiente , il welfare. Ci saranno rappresentanti dei tre maggiori sindacati, della società civile e di associazioni di categoria.

“In questo momento di grave incertezza politica, il Movimento Federalista Europeo – anche in continuità con l’esperienza che, in occasione del 60° anniversario dei Trattati di Roma, ha condotto al successo della Marcia per l’Europa del 25 marzo 2017 – valuta che sia urgente che le forze europeiste riconoscano l’eccezionalità della difficile fase politica che attraversano il nostro Paese e l’Europa; e che pertanto, in vista delle prossime elezioni politiche, si crei un ampio schieramento di personalità politiche, organizzazioni sociali e comuni cittadini che credono nel progetto di un’Europa federale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*