Antenati dell’età del Ferro, i rinvenimenti del rio Cavallera di Carcare

I rinvenimenti del rio Cavallera di Carcare, una delle principali scoperte archeologiche recenti nella provincia di Savona, saranno presentati il 26 gennaio 2018 a Cairo Montenotte in una conferenza di Silvia Pirotto e Carmelo Prestipino. L’incontro, intitolato “Scavare nella storia: nuove evidenze nella ricerca archeologica in val Bormida”, si terrà alle ore 14.30 nell’Aula Multimediale dell’Istituto Patetta (via Allende 2).

Le indagini archeologiche compiute recentemente nel territorio valbormidese dalla sezione locale dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri “hanno permesso di acquisire nuove informazioni sulle dinamiche del popolamento che hanno caratterizzato l’età dei metalli nelle nostre colline. Uno dei siti su cui si è maggiormente focalizzata l’attenzione degli studiosi è quello di rio Cavallera, presso Carcare, in cui la presenza di coppelle, figure umane ed altre immagini incise sulle rocce testimonia in modo efficace che questi luoghi furono stabilmente frequentati nell’età del Ferro (IX-II sec. a.C.) da gruppi umani ben organizzati”.

La conferenza che si svolgerà a Cairo Montenotte il prossimo venerdì 26 gennaio fa parte del progetto “Ab origine 2018”, organizzato dall‘Istituto Scolastico Superiore Federico Patetta di Cairo Montenotte in collaborazione con Società Savonese di Storia Patria e Istituto Internazionale di Studi Liguri – sezione Valbormida.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*