Gli studenti dell’istituto Falcone di Loano protagonisti del progetto “Allenarsi per il Futuro”

Loano. Venerdì 19 gennaio, dalle 10 alle 13.30, circa 200 studenti dell’istituto di istruzione secondaria superiore “Giovanni Falcone” di Loano saranno i protagonisti di un nuovo incontro di “Allenarsi per il Futuro”, il progetto di Bosch e Randstad che propone una serie di iniziative mirate a orientare i giovani al loro futuro professionale. L’evento è stato organizzato con la collaborazione dell’agenzia Eccoci Eventi, partner di Bosch e Randstad, e gode del patrocinio del Comune di Loano.

Durante l’appuntamento gli studenti potranno confrontarsi con i rappresentanti di Bosch e Randstad sul mestiere che intendono fare “da grandi”, ricevendo consigli sulle professioni più promettenti e le migliori strategie per raggiungere gli obiettivi professionali. I ragazzi, oltre ad ascoltare la testimonianza di uomini e donne d’azienda, avranno la possibilità di confrontarsi con una fuoriclasse dello sport: Daniela Masseroni, campionessa di ginnastica. Attraverso la metafora dello sport, infatti, gli incontri trasmettono agli studenti l’importanza di compiere scelte professionali corrispondenti alle proprie attitudini e alle richieste del mercato, “allenando” il proprio talento per raggiungere l’obiettivo professionale.

L’evento nasce sulla base del progetto “Allenarsi per il Futuro” che raccoglie una serie di iniziative per valorizzare gli strumenti di orientamento e crescita professionale, coinvolgendo i ragazzi in un confronto aperto e proponendo a scuole e istituti una formazione pratica, attraverso tirocini o ore di laboratorio in azienda.

“I ragazzi che prenderanno parte a questa iniziativa si trovano in una fase cruciale della loro vita – spiega il vicesindaco ed assessore con delega alla scuola Luca Lettieri – Tra non molto dovranno scegliere se entrare nel mondo del lavoro o continuare gli studi e, nel caso, quale carriera universitaria intraprendere. Si tratta di una decisione fondamentale, che influenzerà il loro futuro e le loro successive scelte professionali. Per questo è importantissimo dare loro tutti gli strumenti necessari a compiere una scelta che sia il più possibile consapevole e che tenga conto delle loro attitudini, delle loro preferenze e di quella che oggi è la richiesta del mercato del lavoro. La scuola non ha soltanto il compito di fornire ai ragazzi le nozioni per affrontare al meglio la vita, ma deve anche aiutarli a capire chi siano e cosa chiedere al loro futuro”.