Loano, all’opera l’Autoscan della polizia municipale

Loano. Sono cinque i veicoli sprovvisti di revisione obbligatoria individuati e sanzionati ieri dagli agenti della “Pattuglia Sicurezza Stradale” della polizia municipale di Loano, che per tutto il pomeriggio sono stati impegnati in una intensa attività di controllo mediante l’utilizzo dell’apparecchio Autoscan 2.0.

L’Autoscan 2.0 è un dispositivo che si può montare su un cavalletto oppure posizionare a bordo delle auto di servizio. E’ dotato di telecamere in grado di leggere le targhe dei veicoli tramite un software Ocr per il riconoscimento dei caratteri. Grazie al collegamento con la banca dati della Motorizzazione, è in grado di svolgere una grande quantità di operazioni: scovare auto senza assicurazione oppure con la revisione scaduta, individuare macchine rubate o inserite dalle forze dell’ordine in una lista nera, perfino individuare la classe ambientale di appartenenza dell’auto (cioè la categoria Euro).

Utilizzare l’Autoscan è semplice: gli agenti individuano due postazioni, a distanza di circa 300 metri l’una dall’altra. L’Autoscan, collocato nel primo punto, osserva e rileva le targhe di tutte le auto che passano davanti alla sua telecamera. In un brevissimo arco di tempo (compreso tra i 2 e i 4 secondi) l’apparecchio invia le targhe rilevate alla seconda postazione, dove si trovano gli agenti di polizia municipale. Questi sono dotati di un tablet collegato in wireless con l’apparecchio di rilevamento e anche con il sistema informatico delle Motorizzazione. Le informazioni vengono incrociate con quelle presenti nella banche dati e, nel caso in cui venga riscontrata una irregolarità, sul tablet arriva un messaggio di “alert”.

In pochissimi secondi, dunque, gli uomini della polizia municipale sono in grado di sapere se il veicolo che sta per passare davanti alla loro postazione è in regola con le prescrizioni. Gli agenti hanno l’obbligo della contestazione immediata, perciò i mezzi vengono fermati e sottoposti ad ulteriori controlli. Se le irregolarità vengono confermate scatta la multa. Sono 848 euro (che diventano 593,60 se si paga entro cinque giorni) per chi non ha l’assicurazione oppure 169 euro (118,30 se si paga entro cinque giorni) se si viene sorpresi senza revisione. In più, a seconda dei casi, scatta anche il sequestro amministrativo o il fermo del veicolo.

“Spesso – dice l’assessore alla polizia municipale Erica Rocca – si considera solo la sicurezza urbana invece ci sono anche la sicurezza stradale e quella ambientale, altrettanto fondamentali. L’obiettivo non è fare le multe, ma verificare che tutto sia a posto, nell’interesse dei cittadini. E’ per questo motivo che, di recente, abbiamo deciso di costituire la Pattuglia Sicurezza Stradale”.

Come ricordano gli agenti, non sempre chi causa un incidente è provvisto dell’obbligatoria copertura assicurativa. Ma c’è anche chi non sottopone il proprio mezzo alla revisione periodica, mettendo così a repentaglio la vita degli altri utenti della strada: “L’Autoscan non serve a fare cassa – spiega il comandante della polizia municipale di Loano, Gianluigi Soro – ma rappresenta un importante strumento di prevenzione”.

Oltre all’Autoscan “mobile” la polizia municipale di Loano è dotata di una postazione fissa, che svolge le medesime attività, posizionata sul portale pedonale che si trova al confine tra Pietra Ligure e Loano. Questo secondo apparecchio comunica i dati alla centrale operativa di via dei Gazzi, la quale poi ritrasmette le informazioni via radio alla pattuglia posizionata in zona.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*