Paita, Michelucci e Vattuone: “serve battaglia culturale contro riemergere pulsioni fasciste”

“Se pensano di intimidire il Partito Democratico si sbagliano di grosso: la battaglia per i nostri valori e in special modo per la difesa e la promozione dell’antifascismo sarà ancora più intensa”. A dirlo sono i consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita e Juri Michelucci e il segretario ligure del Pd Vito Vattuone, dopo che, questa mattina, davanti alla sede del circolo del Partito Democratico del quartiere di Melara alla Spezia è stata disegnata una croce celtica. “Quello di Melara – precisa Paita – è un circolo a cui sono particolarmente legata per ragioni affettive, visto è che proprio lì che ho iniziato a fare politica attiva. La sgradevole vicenda di oggi mi ferisce particolarmente”.

Senza contare poi, proseguono Paita, Michelucci e Vattuone, che “l’aumento di episodi come questo (poche settimane fa qualcuno aveva tracciato una svastica sulla sede della Cgil di Ceparana) ci dimostra come i movimenti neofascisti stiano trovando nuovi spazi e sostenitori. Gesti come questo – concludono i tre esponenti del Pd – non vanno assolutamente sottovalutati, anche perché non si tratta più di casi isolati. Chiediamo alle istituzioni locali di vigilare e di non concedere spazi pubblici a chi guarda con nostalgia al fascismo e predica intolleranza e xenofobia. Oggi più che mai c’è bisogno di una battaglia culturale per contrastare ogni tentativo di recrudescenza di questi fenomeni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*