Albenga, ecco i pomeriggi culturali di Su La Testa

di Redazione Corsara- Da sempre, il festival musicale Su La Testa, che inizierà alle ore 21, giovedì 7, al cinema teatro Ambra, è sinonimo non solo di ottima musica ma anche di iniziative artistiche e culturali pomeridiane che accompagnano i tre giorni di canti e note

 

Questi interventi, sempre accompagnati da siparietti musicali, tratteranno temi importanti e attuali. Gli incontri si terranno nella suggestiva sede di Palazzo Scotto Niccolari e spazieranno tra fotografia, libri, società e teatro. Si comincerà venerdì 8 dicembre alle ore 17.30 con la presentazione di un progetto fotografico dal titolo “La sottile linea rossa” realizzato dalla reporter Valentina Tamborra in collaborazione con Medecins Sans Frontieres . Il progetto affronta il problema della migrazione con un taglio diverso, improntato alla consapevolezza e ispirato dalle singole vicende umane di chi migra, senza voler rientrare nell’abusato e spesso strumentalizzato dibattito politico e ideologico. L’incontro dal titolo “Su la testa… oltre le frontiere!” vedrà l’intervento di artisti e operatori impegnati a rapportarsi con il fenomeno più rilevante di questi tempi. Interverranno Find the Cure, la Cooperativa Sociale Jobel e altri operatori che hanno operato, incontrato e parlato con i migrant, al fianco di artisti come Edoardo Chiesa e Mauro Pinzone.

Il pomeriggio di Sabato 9 dicembre verrà introdotto dal titolo “L’arte che gira intorno”; comincerà alle ore 17 e vedrà come primo protagonista il teatro. L’Associazione culturale Zoo consegnerà il Premio Pisani alla Kronoteatro, protagonista di tante iniziative culturali di rilevanza nazionale e soggetto di spicco e rilevanza del teatro moderno con il suo orgoglioso percorso artistico. Il Premio Pisani, ispirato alla figura dello storico gestore del Cinema Ambra, che per primo ne intuì le potenzialità teatrali e culturali per la città , viene assegnato ogni anno dall’Associazione culturale ZOO a soggetti che hanno avuto successo a livello nazionale partendo dal territorio di riferimento del Festival.  L’incontro vedrà anche gli interventi di Michele Savino, Ginez, Roberta Monterosso, Paolo Sussone, liutaio affermato che sta producendo chitarre per grandi artisti internazionali, e Maurizio Cardillo reduce da grandi esperienze in Sri Lanka dalle quali sta per scaturire un libro dal titolo “La lacrima dei Vedda” scritto da Andrea Rigante. Saranno inoltre ospiti del dibattito i The Philosophers, un gruppo di liceali di Torino, promotori dell’omonimo blog che si occupa di filosofia e attualità.