Savona, riapriranno i servizi pubblici del Santuario

Dopo Zinola, riaprono anche i servizi igienici della frazione del Santuario. “Un altro esempio di gioco di squadra”, commenta Massimo Arecco, Vice Sindaco con delega al Decentramento: “Dopo l’impegno per la sistemazione e la riapertura – a costo zero per l’ente Comunale – dei servizi pubblici di Zinola, annunciato negli scorsi giorni e con inizio lavori previsto per il 21 di questo mese, ora sarà la volta del Santuario. Questo, grazie alla collaborazione tra le Opere Sociali e l’Associazione ‘Santuario Attiva'”.

“L’iniziativa ha preso forma nel corso della ‘Giunta Itinerante’ tenutasi proprio al Santuario”, spiega ancora Arecco. “Qui, la nostra Amministrazione Comunale, su proposta del Sindaco Ilaria Caprioglio, ha incontrato i cittadini e prestato ascolto alle loro esigenze, tra le quali è emersa la richiesta di intervenire sui locali adibiti a servizi igienici, da molto tempo non utilizzati e chiusi al pubblico”.

“Da qui, su input dell’Amministrazione Comunale, le Opere Sociali, intenzionate a procedere all’utilizzo dei locali della Locanda per pellegrini e visitatori, ha preso accordi con l’associazione ‘Santuario Attiva’, che si è resa disponibile a effettuare gratuitamente il servizio di custodia e pulizia dei servizi igienici”, spiega ancora il Vice Sindaco. I locali – in tutto circa dieci servizi – saranno aperti tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00, con pulizia giornaliera a cura dei gestori (lavaggio e disinfezione) e vigilanza del corretto utilizzo dei locali da parte degli utenti. Alle Opere Sociali, in qualità di proprietari dei locali, spetteranno gli interventi di manutenzione e gli oneri accessori (acqua, energia elettrica, ecc.) nonché la fornitura dei materiali per la pulizia degli ambienti e per l’igiene personale degli utenti.