Arte, Giuliano Ottaviani ad Albenga

Albenga. Resterà aperta per tutto il mese di agosto nella centralissima piazza San Michele ad Albenga la personale di Giuliano Ottaviani, scultore, orafo, pittore di fama internazionale. “Sono legatissimo a questa città , confessa l’artista, ed in particolare al suo centro storico: un vero gioiello”. In effetti Ottaviani frequenta Albenga da alcuni anni e ha più volte manifestato l’intenzione di trasferirsi a vivere nella città ingauna che vorrebbe coinvolgere in un suo progetto lungimirante.

“Mi piacerebbe che Albenga diventasse Città dell’arte, una sorta di museo a cielo aperto. Artisti di ogni parte del mondo potrebbero venire a lavorare temporaneamente qui e lasciare le loro opere alla città. Ne ho parlato già diverse volte con l’Amministrazione Comunale e mi pare di avere colto un forte interesse per il progetto”.
Intanto il maestro ha donato ad Albenga una Fionda monumentale in vetroresina e acciaio, dedicata ai Fieui di caruggi e al loro simbolo. L’opera, alta quattro metri, è collocata in una rotonda nella via di acceso alla città per chi proviene dall’autostrada. Nel frattempo Giuliano Ottaviani accoglie i visitatori nella sede della sua mostra, all’interno della suggestiva torre di Palazzo Peloso Cepolla, tutti i giorni a partire dalle ore 18. Sono esposti bronzi, terrecotte, dipinti, statue in mosaico di marmo e oro, batik. Le opere dell’artista sono esposte o collocate in tutto il mondo: dalla Cina al Brasile, dalla Germania alla Malesia.

Vittoria Buratta: cosa cambia con il nuovo Censimento permanente della popolazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*