“Scienza Fantastica” di Spotorno, un bilancio guardando giù all’edizione 2018

Si è chiusa pochi giorni fa la “fantastica” settimana all’insegna della scienza e della fantascienza, segnata da una grande partecipazione di pubblico alla rassegna “Scienza Fantastica” di Spotorno.

«A pochi giorni dal termine si può fare un primo bilancio assolutamente positivo – afferma Gian Luca Giudice del Comune di Spotorno con delega alla Cultura, alla rassegna hanno partecipato centinaia di persone, sia agli appuntamenti relativi alla celebrazione dei 40 anni dall’uscita del film Guerre Stellari con la presenza dei figuranti di Star Wars, sia alle conferenze scientifiche a tema spazio ed esplorazione spaziale a cura di Thales Alenia Space, Altec e dell’astronauta Umberto Guidoni. Il pubblico ha premiato anche l’intervento del giornalista e divulgatore informatico Paolo Attivissimo sulla sua analisi del film The Martian dal titolo “Non è Marte, è Hollywood”. Ricordiamo che Thales Alenia Space e Altec sono due eccellenze industriali italiane che hanno progettato e costruito oltre il 50% della Stazione Spaziale Internazionale che attualmente ospita l’astronauta italiano Paolo Nespoli, da pochi giorni a bordo.»

«La rassegna si è chiusa sempre all’insegna della scienza con un doppio appuntamento: Ugo Ghione dell’Associazione astrofili Orione ha permesso la visione di Saturno con un telescopio professionale e la fisica nucleare Gabriella Greison ha portato in scena il monologo sulla “Incredibile cena dei fisici quantistici”, un racconto umanizzato di grandi uomini e donne della fisica del ‘900: ad esempio Max Planck, Niels Bohr, Marie Curie, Albert Einstein. Una piazza della Vittoria gremita di pubblico ha così confermato lo spirito di Scienza Fantastica: con successo si è riusciti a divulgare argomenti scientifici di spessore – come la fisica quantistica – ad un grande pubblico, non solo ad appassionati ed esperti del settore. Numerosi bambini inoltre hanno partecipato agli appuntamenti in biblioteca, le “Colazioni Galattiche” tenuti da Paolo Attivissimo e dallo scrittore Andrea Valente. Sempre Andrea Valente, in qualità di presidente della giuria del premio letterario nazionale Scienza Fantastica per brevi racconti di fantascienza, ha premiato i vincitori di questa quinta edizione. Era presente alla premiazione lo scrittore Alessandro Vietti, invitato sul palco di Scienza Fantastica, a presentare il suo libro Real Mars, fresco vincitore del Premio Italia 2017 come miglior romanzo di fantascienza del 2016».

In seno alla rassegna Scienza Fantastica prende sempre più solidità il premio letterario omonimo che giunge quindi alla quinta edizione e ha richiamato sempre più autori da tutta Italia. La giuria, presieduta da Andrea Valente, ha così decretato i vincitori di questa edizione: – 3° classificato: Fabrizio Marchesano con il racconto “Splendi per sempre”, con un testo atmosferico ben strutturato, dal rigore scientifico e con i protagonisti ben delineati. Una visione del futuro che va oltre il futuro. – 2° classificato: Maria Antonietta Carroni, con il racconto “Marte – il pianeta rosso”, un diario di bordo, interessante espediente narrativo, intrecciato con la voce narrante che accompagna e scandisce la lettura con buon ritmo e scorrevolezza. – 1° classificato: Marco Bindi, con il racconto “La poesia”. La visione dello spazio infinitamente grande attraverso una trovata infinitamente piccola. I versi di una poesia come punto di contatto tra passato e futuro, tra vicino e lontano, tra il pianeta Terra e Marte. Originale e ben narrato, il racconto ci dona una piacevole visioneumana. I racconti sono scaricabili gratuitamente dal sito scienzafantastica.it.

Nell’ultimo giorno della rassegna è stato svelato, come ormai tradizione, l’argomento letterario della successiva edizione di Scienza Fantastica: il tema per il 2018 sarà viaggiare nel tempo.
«Sempre guardando alla prossima edizione di Scienza Fantastica — anticipa Gian Luca Giudice – sono già stati opzionati alcuni ospiti come Gabriella Greison, Paolo Attivissimo e hanno confermato la collaborazione i partner tecnologici Thales Alenia Space e Altec per relazionare sul post missione dell’astronauta Paolo Nespoli. Inoltre, visto il successo di quest’anno, verrà formalizzato un giorno dedicato agli amici di Stars Wars con figuranti e proiezione cinematografica, oltre a confermare la collaborazione con il MuFant, il Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino e con l’Associazione Italiana di Astrofilatelia».

«In prospettiva avremo un altro quarantennale da festeggiare nel 2018: il 9 aprile 1978 veniva trasmessa in Italia dal network RAI la prima puntata di Goldrake! Quale occasione per ricordare e farle vivere ai bambini di oggi le emozioni dei robot giapponesi. Scienza Fantastica non si chiude ma continua ad essere presente sulle piattaforme social Facebook, Twitter, Instagram e Youtube. Una parte della esposizione fantasy ospitata in Sala Convegni, in particolare Doctor Who, migra alla rassegna Albenga Dreams, evento dedicato al mondo dei cosplayer. Con il prossimo autunno verrà organizzato in biblioteca a Spotorno, sulla scia di Scienza Fantstica, la lettura del racconto vincente “La poesia” di Marco Bindi e si tenterà il collegamento con l’astronauta Paolo Nespoli a bordo della International Space Station. L’invito è sempre valido per grandi e piccoli: restate con noi, per esplorare e sognare insieme!».