Il Codice di Mauro: mappe e rovine, tra l’Abissinia e il Savonese

Savona. Questo giovedì sera, alle ore 21,15 presso il “Civico Museo Archeologico e della Città” la Sezione Sabazia dell’ Istituto Internazionale di Studi Liguri organizza una conferenza del prof. Marco Viganò, accademico in servizio presso due università dell’ Etipia (Addis Abeba e St. Mary University), su scoperte significative effettuate attraverso analisi di “space archeology”, con ricognizioni su fotografie aeree e satellitari del territorio africano, condotte partendo dalla mappa quattrocentesca di Fra Mauro (1450, conservata a Venezia), interpretando il suo codice di lettura, fino a poco tempo fa oscuro.
Con queste tecniche il prof. Marco Viganò ha scoperto un centinaio di siti medievali nella sola Etiopia.

Le stesse metodologie, applicate al Savonese, hanno permesso di ritrovare quanto rimane delle strutture del fortino genovese che si trova a Savona sopra alla Certosa di Loreto, già noto agli storici savonesi nella documentazione archivistica, ma finora mai rintracciato sul posto, e di comprendere il possibile significato di due torri che finora erano state definite “mulini fenici”, a Verezzi e a Colla Micheri (Andora).

La conferenza del prof. Marco Viganò farà luce su tutte queste recenti analisi e scoperte.
Giovedì sera l’ accesso al Museo Archeologico (nel Maschio della Fortezza di Savona) potrà avvenire tramite gli ascensori oppure tramite la Galleria che si apre sulla sinistra dopo aver superato il ponte d’ accesso della Fortezza.