“Absence Atlas”: l’anteprima al teatro di Cairo Montenotte

“Absence Atlas” è un progetto nato dall’incontro di giovani professionisti del mondo dell’arte, della produzione cinematografica e della musica, nati e cresciuti in un territorio che hanno deciso di raccontare in questo docufilm. Partendo dalle opere di Alessandro Carnevale, i luoghi industriali che ispirano da sempre la sua carriera internazionale vengono descritti nel cortometraggio diretto da Claudio Pagnacco ed Enrico Bonino, impreziosito dalla colonna sonora originale composta da Alessandro Gargiulo e Simone Donato.

“Da tempo avevamo l’idea di realizzare un film che raccontasse, attraverso l’arte, i luoghi dimenticati del nostro territorio, l’archeologia industriale, l’importanza della memoria come base fondamentale per interpretare il presente e costruire il futuro,” spiega Enrico Bonino, regista co-fondatore di DLQCreativeFactory, già selezionato al festival di Cannes e ai David di Donatello nel 2010: “Partendo dalle vibranti opere di Alessandro, abbiamo cercato di sviluppare il cortometraggio attraverso un punto di vista che non pretende certo di essere definitivo su un argomento così complesso, ma che cerca di regalare una serie di suggestioni emotive agli spettatori.”

Claudio Pagnacco, regista e fotografo per MTV, Elle e Mondadori, aggiunge: “Absence Atlas è più di un semplice documentario. L’insieme delle regole sociali ha portato la nostra personalità a cristallizzarsi in delle forme che spesso non ci appartengono. Mascherano gli individui più fragili e sensibili, impediscono di vedere la bellezza in ciò che il semplice sguardo quotidiano può offrirci. Chi riesce a scorgere questa poesia così lontana dai riflettori ne resta continuamente affascinato, e chi lavora nel mondo dell’arte, sia essa pittura, musica o cinema convive con il desiderio di condividere questa vera, profonda emozione.”

Il film sarà proiettato in anteprima al teatro di Cairo Montenotte, durante la rassegna di Cairo Medievale, domenica 6 agosto alle 21.45. Una grande mostra di Alessandro Carnevale allestita nel foyer, aperta dal 5 al 10 agosto, accompagnerà la Premiére di Domenica e le proiezioni di Martedì e Giovedì sera. L’ingresso è libero, in linea con la finalità di questo progetto: mostrare uno sguardo diverso rispetto a un territorio pesantemente segnato dall’industria e dai suoi relitti, spesso percepiti solo come un problema ma che, per una volta, diventano risorse per un lavoro ampio, forse la scintilla di un rilancio artistico e culturale.