Commemorazione in ricordo delle vittime del naufragio dell’Annamaria

Albenga / Milano. Sabato 15 luglio il sindaco Giorgio Cangiano e una delegazione di volontari della Croce Bianca saranno accolti dal sindaco di Milano Sala per la celebrazione congiunta del naufragio dell’Annamaria che avverrà presso il Cimitero Maggiore a Milano dove sono sepolti quasi tutti i bimbi dell’Annamaria che persero la vita , nomi scolpiti nel monumento funebre, opera dello scultore Giacomo Manzù. Le famiglie delle vittime, tutti bambini in vacanza e annegati il 16 luglio del 1947 ad Albenga provenivano infatti da Milano e dal comune di Caravaggio.

Doppia celebrazione e commemorazione, poiché Domenica 16 luglio alle ore 09.30, presso il Seminario Vescovile in Via Galileo Galilei, Mons. Ivo Raimondo, Vicario Generale della Diocesi, celebrerà la S. Messa di commemorazione nel 70° anniversario del naufragio della motobarca “L’Annamaria” avvenuto nel mare di Albenga. In rappresentanza del comune di Milano saranno presente alle celebrazioni la vice sindaco di Milano Anna Scavuzzo e l’assessore del comune di Caravaggio Mara Carminati. Al termine della cerimonia religiosa si recheranno, insieme al Sindaco Giorgio Cangiano alle autorità presenti e all’unico superstite Gianni Tarnoldi in corteo presso il cippo commemorativo, accompagnati dalla Banda Nostra Signora di Pontelungo, dove avverrà la benedizione del monumento funebre e la deposizione delle corone per terra e per mare, grazie alla Lega Navale e al Circolo Nautico di Albenga ed alla Capitaneria di Porto di Loano Albenga.

Afferma il sindaco Giorgio Cangiano: “Il ricordo dell’affondamento della motobarca “L’Annamaria”, nonostante siano passati settant’anni, è ancora molto presente sia in coloro che hanno vissuto direttamente quella tragedia sia in chi, come me, non era ancora nato ed ha rivissuto quel drammatico periodo attraverso i racconti e le immagini. Partecipare alla commemorazione penso rappresenti un positivo gesto per ricordare le giovani vittime, il dolore dei loro famigliari, il coraggio dei soccorritori e l’umana solidarietà degli albenganesi e quindi già fin d’ora ringrazio tutti coloro che riusciranno ad essere presenti”.

Afferma Dino Ardoino Presidente Croce Bianca: “Il naufragio della motobarca “L’Annamaria” è entrato nella storia non solo di Albenga, di Milano e delle altre città tristemente coinvolte, ma di tutta la Nazione. A distanza di 70 anni il ricordo di quella tragedia continua a toccare profondamente la mente e il cuore di quanti ne rivivono la cronaca dei fatti ed è auspicabile che questa memoria non vada persa, ma che anzi sia tramandata con forza. Infatti lo slancio solidale della Croce Bianca e di tutta la Comunità albenganese fu assolutamente straordinario e deve restare memore esempio alle generazioni future di generosità e solidarietà umana. Questa giornata commemorativa ha proprio lo scopo di non dimenticare e di tramandare il bene oltre la tragedia”.