“Pesce d’aprile”, la storia di Cesare Bocci e Daniela Spada

Prosegue a Loano la sesta edizione della rassegna I Martedì della Cultura : martedì 11 luglio, nell’Arena Estiva Giardino del Principe, alle ore 18.00, Cesare Bocci e Daniela Spada presenteranno il libro scritto a quattro mani “Pesce d’aprile” (Sperling & Kupfer, 2016).

A distanza di sedici anni da un amaro pesce d’aprile, Daniela e Cesare hanno deciso di raccontare la loro storia, per dimostrare che un ictus non è la fine del mondo e, a modo suo, ha lasciato anche inattesi regali: straordinarie prove d’affetto, la scoperta di una forza insospettata, una famiglia sempre più solida.

Cesare Bocci, il Mimì Augello della serie tv Il commissario Montalbano, e la compagna Daniela Spada nel 2000 hanno avuto una figlia, Mia. Ma pochi giorni dopo aver partorito, Daniela viene colta da un ictus post-partum. È il 1° aprile. Si risveglierà dal coma dopo venti giorni per ritrovarsi in un incubo ancora più grande: il lungo percorso per riprendersi dalle conseguenze di un ictus che ha colpito il cervelletto.

«Non camminerà più», avverte il medico. «Certo che lo farà!» risponde il suo compagno Cesare Bocci. E il tempo gli ha dato ragione: lottando contro il dolore e lo sconforto, contro un servizio sanitario a volte poco umano, e contro il rimpianto per tutto quello che l’ictus si è portato via – i primi mesi di Mia, il lavoro, la moto, il sax, lo sci d’acqua, il ballo. Daniela si è rimessa in piedi, più coraggiosa di ogni pronostico: ha ripreso a guidare, si è inventata una nuova professione e ha recuperato giorno dopo giorno il rapporto speciale con la figlia.

A condurre l’incontro sarà Graziella Frasca Gallo, accompagnata dalle note musicali eseguite dal Maestro Roberto Sinito.

I Martedì della Cultura è una rassegna organizzata dall’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano in collaborazione con Dimensione Eventi e Mondadori Bookstore Loano.