Liguria, un tavolo tecnico per i “grandi rischi” permanente sul territorio

Durante il Consiglio regionale di oggi è stato approvato all’unanimità l’ordine del giorno, presentato da Marco De Ferrari (Mov5Stelle) e sottoscritto dagli altri colleghi del gruppo, che impegna la giunta a convocare il tavolo tecnico “grandi rischi” permanente sul territorio ligure che prevede la partecipazione degli attori principali del Servizio Nazionale su scala regionale, viste le calamità alle quali la Liguria è particolarmente soggetta. Secondo il consigliere questo «permetterebbe un’organizzazione ottimale e sinergica delle forze impiegate e migliorerebbe la capacita di valutazione, previsione e prevenzione dei diversi rischi».

L’ordine del giorno impegna, inoltre, la giunta ad aggiornare la mappatura della rete idrica antincendio e intervenire, facendo pressione anche a livello comunale, laddove è assente e dove necessita di interventi manutentivi. Infine nel documento i consiglieri chiedono alla giunta di attivarsi presso il Ministero dell’Interno per mettere in discussione il progetto per il riordino delle strutture centrali e territoriali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco del 2014, «evidenziando l’insufficiente presenza sul territorio ligure di unità di Vigili del Fuoco allo scopo di ottenere un adeguamento degli organici alla media europea di un vigile del Fuoco ogni mille abitanti».