Giro del mondo in bici: tappa a Loano e Alassio per il temerario ottantenne Janusz

Loano / Alassio. Loano ha accolto Janusz, viaggiatore classe 1936, che dal 2000 ha intrapreso una avventurosa peregrinazione in bicicletta in giro per il mondo, in condizioni estreme, con la sola disponibilità di 3 euro al giorno e di un sacco a pelo.

L’ottantunenne russo-polacco, nato in Siberia, ha iniziato il suo viaggio da Roma e si propone di chiuderlo nel 2028 a Pechino.
Janusz River Strzelecki dopo aver vissuto per un periodo in Egitto si è trasferito a Roma dove ha lavorato nel mondo del calcio e degli spettacoli come organizzatore di eventi. Nel 1999 ha mollato tutto e ha iniziato il giro del mondo in bici. Da Roma si è spostato nelle Canarie in nave e ha iniziato il giro dell’Europa fino a Capo Nord. Dopo l’Africa e l’Asia è stato in Russia per qualche anno e alla fine del 2016 è arrivato in Sicilia. Partendo da Messina ha percorso tutta l’isola, ha incontrato i bambini nelle scuole e li ha coinvolti nel racconto della sua storia.

È sbarcato a Genova all’inizio di giugno e ora sta percorrendo la regione per poi spostarsi in Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige. È intenzione di Janusz percorrere 12000 chilometri in Italia e poi andare in Sud America, Australia e infine in Cina.

In Liguria è stato già accolto e si è ristorato nei Comuni di Arenzano, Varazze, Celle Ligure, Finale Ligure. A Loano ad accoglierlo è stato l’Assessore al Turismo, Cultura e Sport Remo Zaccaria e l’Associazione Albergatori Loanese gli ha offerto ospitalità. Ciò che chiede Janusz è un pasto caldo (pasta, insalata e un bicchiere di vino), una doccia e un posto dove poter dormire nel suo sacco a pelo.
“Ci auguriamo – dice l’Assessore Remo Zaccaria – che ci sia un passaparola tra i cittadini e le amministrazioni liguri che faciliti gesti di ospitalità per Janusz, una persona coraggiosa, che ha deciso di pedale per il mondo fino a quando avrà le energie per farlo. Quando raggiungerà la Cina avrà più di novanta anni. Aiutiamolo a realizzare il suo grande sogno”.

Il temerario ottantenne ​oggi ha poi fatto tappa anche ad Alassio, in piazza della Libertà: ad accoglierlo nella Città del Muretto, l’assessore Angelo Vinai, che gli ha portato i saluti dell’Amministrazione Comunale. Dopo la breve sosta alassina, Janusz  River riprenderà il suo percorso verso ponente.

*Nella foto: Janusz River e l’assessore Angelo Vinai in piazza della Libertà ad Alassio