M5S Liguria: 244.686,67 euro complessivi di stipendi restituiti

Un doppio assegno gigante da 244.686,67 euro complessivi di stipendi restituiti, con la firma dei cinque portavoce regionali del MoVimento 5 Stelle Liguria: Alice Salvatore, Marco De Ferrari, Fabio Tosi, Andrea Melis e Gabriele Pisani. È accaduto questa mattina, in piazza De Ferrari, davanti al Palazzo della Regione, in occasione del Restitution Day, con cui il M5S Liguria ha celebrato la restituzione ai cittadini italiani e liguri della cifra risparmiata dal gruppo dal luglio 2015 a febbraio 2017.

Due i maxi assegni simbolicamente firmati in piazza: il primo, da 175.704,42 euro, frutto dei 145.704,42 euro versati tra luglio 2015 e agosto 2016 sul fondo del Bilancio dello Stato destinato alle piccole imprese italiane, a cui si aggiungono i 30.000 euro donati nel settembre scorso ai terremotati del centro Italia sul fondo aperto dalla sindaca di Torino Chiara Appendino; il secondo assegno, di 68.982,25 euro, fa riferimento, invece, ai due bonifici rispettivamente di 50.000 e 18.982,25 euro sul conto della Regione Liguria, a sostegno delle piccole e medie imprese liguri.

“È il nostro impegno con i cittadini e lo abbiamo mantenuto. Questo è quello che accade quando il MoVimento 5 Stelle entra nelle istituzioni – hanno spiegato i portavoce regionali – Un gesto che speriamo possa ridare un po’ di ossigeno alla cittadinanza così duramente colpita dalla crisi, alle famiglie in difficoltà, alle piccole imprese strozzate da tasse e burocrazia. E fare da esempio alla triste politica tradizionale degli sprechi.”

“Mentre i vecchi partiti chiacchierano, il MoVimento 5 Stelle dimostra che non bisogna aspettare indaginosi iter burocratici per fare qualcosa di concreto. È sufficiente la volontà politica. In politica devono regnare solo trasparenza e onestà, valori – conclude il MoVimento 5 Stelle – che ci impegniamo già da ora a portare anche in Comune a Genova, La Spezia, Arenzano, Ceranesi e Luni, e in tutti i comuni in cui il M5S si presenta alle elezioni Amministrative dell’11 giugno. Quello che oggi è accaduto qui in Regione, da un gruppo consiliare del MoVimento all’opposizione, è solo una piccola prova generale di ciò che può fare il MoVimento 5 Stelle al governo. Nei Comuni dove amministriamo, infatti, la nostra specialità è risanare i bilanci e restituire servizi pubblici alla cittadinanza!”