Alassio, tre multe della Municipale per conferimento abusivo rifiuti

La Polizia Municipale di Alassio individua e sanziona tre soggetti per conferimento abusivo di rifiuti. Nei giorni scorsi, gli uomini del Comando guidato da Francesco Parrella hanno effettuato indagini a seguito dell’abbandono di rifiuti sul territorio cittadino, risalendo in breve tempo ai responsabili.

“Si tratta delle prime sanzioni effettuate a seguito dell’entrata in vigore del nuovo sistema di raccolta differenziata nell’area della città a monte della ferrovia”, spiega il Comandante Parrella. “Nei primi tempi, nella fase sperimentale, come annunciato anche dall’Amministrazione Comunale, si è utilizzato un metro di tolleranza e buon senso, raccogliendo le segnalazioni. Le attività di prevenzione, monitoraggio e controllo proseguiranno ancora, non solo con le indagini, ma anche con l’utilizzo della videosorveglianza, per garantire il rispetto della legalità e sanzionare eventuali infrazioni”.

Il Sindaco di Alassio Enzo Canepa esprime soddisfazione per l’esito dell’operazione degli agenti: “Ringraziamo la Polizia Municipale per la loro insostituibile attività e anche i cittadini che, con le loro costanti segnalazioni, ci consentono di intervenire con rapidità per porre rimedio a particolari problematiche e a situazioni di difficoltà. Un ringraziamento particolare all’Assessore Vinai, sempre a disposizione di cittadini e utenti, operativo nel rispondere alle decine di chiamate quotidiane. Come già affermato più volte, siamo consapevoli dei possibili e comprensibili disagi che possono emergere nelle prime fasi dell’entrata in vigore del nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta, ma fenomeni di conferimento abusivo e di violazione delle norme e delle comuni regole di convivenza civile non sono tollerabili e saranno puniti”.

“Dal primo giorno chiediamo la massima collaborazione e offriamo l’assoluta disponibilità, per contribuire insieme ad avere una città più pulita e un maggiore rispetto per l’ambiente: non c’è giustificazione per l’inciviltà”, commenta l’Assessore all’Ambiente Angelo Vinai.