Turismo e tradizioni: il Presepe degli Abissi delle Albisole

Domenica 4 giugno alle 21 sulla “Terrazza sul Mare” di Albisola Capo ci sarà la presentazione alla cittadinanza del progetto relativo al “Presepe degli Abissi delle Albisole”.

L’iniziativa, voluta dalle locali associazioni dei Bagni Marini, prevede la realizzazione di opere in ceramica ad altezza naturale in rappresentazione della Sacra Famiglia. Le statue saranno collocate in mare a 6,10 metri di profondità su un fondale sabbioso. L’opera sarà ispirata alla tradizione albisolese dei “Macachi”.

Ad Albisola, «terra di ceramica, l’antico presepe popolare si espresse originariamente nella forma più povera. Le statuine venivano realizzate nei mesi precedenti il Natale da anziane e bambini. Gli ingredienti non costavano nulla: un pugno di argilla di scarto, la lavorazione in casa, la cottura gratuita nei forni delle tante fabbriche di stoviglie (ad Albisola, ad inizio ’900, se ne contavano più di 50). In allora, le statuine furono battezzate dai ceramisti professionisti “Macachi” per la loro primitiva rozzezza, ma apprezzate per il sentimento religioso e famigliare che esprimevano».

L’area interessata al posizionamento del Presepe, appositamente studiata da tecnici esperti in correnti e fondali, si trova nello specchio acqueo antistante i bagni Golden Beach, entro 200 metri dalla spiaggia e all’interno del tratto consentito alla balneazione per facilitare la visita del complesso ceramico anche a nuotatori meno esperti.

Oreste De Rossi, presidente Bagni Marini delle Albisole, sostenitore e attivo fautore del progetto, sin dai primi passi ha cercato di coinvolgere una base sempre più ampia di soggetti, non solo istituzionali: le Amministrazioni Comunali, la Regione Liguria, la Capitaneria di Porto, ma anche i singoli ceramisti, le associazioni culturali presenti sul territorio, le due Parrocchie, l’associazione Pescatori Dilettanti e non ultimi cittadini comuni e possibili sponsor ai quali sarà chiesto un contributo volontario per la raccolta dei fondi necessari alla messa in opera del progetto considerato un importante volano turistico in grado di abbinare la tradizione ceramica albisolese alla conoscenza dei fondali del Mar Ligure. L’idea è di ripercorrere le tappe del “Cristo degli abissi” delle Cinque Terre o analoghe attrazioni lungo le coste sudamericane del Pacifico.

Per la presentazione del 4 giugno sono previste proiezioni video dei progetti con i primi bozzetti delle statue. Nella stessa serata avrà luogo ad Albisola Capo la terza edizione di “Buongiorno Ceramica” il fine settimana della ceramica italiana che si tiene ogni anno il primo week-end di giugno.