Borghetto, collocato sul lungomare il defibrillatore donato dalla Croce Bianca

Borghetto Santo Spirito. Si sono conclusi nei giorni scorsi i lavori dell’installazione sul lungomare Giacomo Matteotti, all’altezza del molo Marinai d’Italia, del defibrillatore che la locale Pubblica Assistenza ha voluto consegnare alla città. Con la collocazione di questa importante e fondamentale apparecchiatura per salvare la vita in caso di arresto cardiaco improvviso ora Borghetto Santo Spirito è ancora più sicura sotto l’aspetto sanitario.

“È un gesto di alto senso civico e di attenzione alla comunità, alla quale viene offerto un apparecchio che aumenta la garanzia di sicurezza e l’attività volta alla cardio-protezione dei cittaini. Esso dimostra come la società sia in stretto rapporto con l’Ente pubblico anche in gesti importanti come questo, a favore della collettività”.
“Si è trattato di un bellissimo gesto di donazione che abbiamo accolto con entusiasmo” – ha scritto il Commissario Straordinario del Comune in una nota di ringraziamento inviata al presidente della Croce Bianca. “Esso è anche segno evidente del legame che vi unisce, in modo inscindibile, a Borghetto Santo Spirito, della preziosa, indispensabile e fondamentale attività di servizio alla collettività, che portate avanti da molti anni con abnegazione, entusiasmo, spirito associativo e di sacrificio”.

Questo dispositivo va ad arricchire i servizi a favore del cittadino e del turista in un punto frequentatissimo, nel corso di tutto l’anno, in particolare nei mesi estivi. È infatti accertato che il paziente può essere mantenuto in vita con il defibrillatore nell’attesa dell’arrivo dei soccorsi.

Sul territorio comunale sono già presenti altri defibrillatori fissi messi a disposizione dell’intera comunità, in particolare alle associazioni sportive e scolastiche. Questo nuovo strumento va ad arricchire le apparecchiature utili per interventi di emergenza, qualora si rendesse necessario non solo in occasione di eventi e manifestazioni ma anche durante il semplice svolgersi della vita quotidiana dei cittadini, che si troveranno a passeggiare sul lungomare.

Il defibrillatore, grazie ad un sistema di cardiografia ad impedenza, non solo defibrilla ma guida il soccorritore anche alla corretta esecuzione del massaggio cardiaco e pertanto può essere usato da tutti.
“La ringrazio, a nome mio personale e certa d’interpretare i sentimenti di tutta la popolazione Borghettina, per l’ulteriore gesto di altruismo che la Croce Bianca ha voluto fare con questa donazione”, ha scritto ancora la d.ssa Fabrizia Triolo, Vice Prefetto Vicario di Savona al termine della Sua nota inviata alla Pubblica Assistenza.