Spotorno, la rassegna Scienza Fantastica giunge alla quinta edizione

Spotorno. Marte, il pianeta rosso sarà il protagonista dei racconti della V edizione del premio letterario nazionale Scienza Fantastica. Fino al 15 giugno è possibile presentare un elaborato. Spotorno, 29 Maggio, 2017 |

La rassegna Scienza Fantastica, giunta alla quinta edizione, vuole essere una grande opportunità con cui divulgare elementi di scienza e appassionare con aspetti della fantascienza sia adulti che giovani. In seno alla rassegna è stato collocato il motore, la locomotiva della rassegna stessa: il concorso letterario nazionale, per brevi racconti, a tema fantascienza.

Il nome dell’evento e l’articolazione dello stesso è ispirato alla prima rivista dedicata alla fantascienza edita in Italia nel 1952: “Scienza Fantastica, avventure nello spazio, tempo e dimensione”; tale rivista pubblicava racconti e romanzi di fantascienza a puntate di autori statunitensi e italiani e inoltre rubriche scientifiche, lettere, concorsi per racconti e disegni dei lettori.

Analogamente la rassegna Spotornese ospiterà, dal 24 al 30 luglio, diversi ospiti del mondo scientifico oltre ad un omaggio ai 40 anni di Guerre Stellari con un percorso espositivo curato dal Mufant di Torino e dalla presenza di figuranti di Star Wars.

Torniamo quindi al concorso letterario Scienza Fantastica, anch’esso giunto alla quinta edizione: il tema quest’anno è Marte, il pianeta rosso. Marte è il quarto pianeta a partire dal Sole. Orbita attorno al Sole a una distanza media di 228 milioni di km, una volta e mezzo la distanza della Terra, quindi eventuali visitatori umani lo troverebbero molto freddo. Sebbene le estati nei pressi dell’equatore possano essere piuttosto tiepide, la temperatura media è di 63 gradi Celsius sotto lo zero, simile agli inverni in Antartide. I primi uomini su Marte dovranno affrontare anche altri problemi. L’aria è circa 100 volte meno densa rispetto alla Terra ed è composta per la maggior parte da biossido di carbonio. Gli esploratori umani dovranno indossare maschere a ossigeno e tute speciali ogni volta che usciranno dalle proprie abitazioni sigillate.

La missione ExoMars 2016 ha portato nell’orbita di Marte la navicella Trace Gas Orbiter (TGO), mentre il lander EDM (Entry Descent and Landing Demonstrator Module), battezzato “Schiaparelli” in onore dell’astronomo italiano Giovanni Schiaparelli, lo scorso ottobre non è riuscito ad atterrare sul pianeta. La seconda fase della missione, ExoMars 2020, porterà sul pianeta il primo rover europeo, con a bordo tecnologia italiana. Sarà un innovativo rover capace di muoversi velocemente su ogni tipo di terreno e dotato di strumenti per penetrarne ed analizzarne il suolo. Marte viene spesso chiamato il ‘pianeta rosso’ perché nel cielo notturno appare come una stella arancionerossa.

Il colore spinse gli antichi greci e romani a chiamarlo come il loro dio della guerra. Oggi, grazie ai satelliti esplorativi e scientifici, sappiamo che l’aspetto del pianeta è dovuto alla prevalenza della ruggine nelle rocce marziane. Ma ciò non limita la nostra immaginazione: rosso come il cuore, rosso come il sangue. Nella mitologia classica Marte è maschio, Venere femmina. La Terra è nata dal loro incontro? Scrivere storie su Marte, riflettendo e liberando la fantasia, sarà un pò come soffiare in poppa alla missione ExoMars 2020 nel suo immenso viaggio verso il pianeta rosso, augurandogli buona fortuna. Il presidente della giuria del concorso letterario sarà lo scrittore Andrea Valente, che premierà i finalisti dell’edizione 2017 di Scienza Fantastica.

La serata inaugurale, 24 luglio, sarà preceduta da una anteprima di Scienza Fantastica – nel pomeriggio del 24 luglio , in cui è prevista la presentazione del romanzo di fantascienza scritto dall’ingegnere e sviluppatore informatico Fabrizio Marchesano, vincitore dell’edizione 2016 del concorso letterario nazionale “Scienza Fantastica”. Sempre con Andrea Valente si potrà partecipare ad una “Colazione galattica” in biblioteca il giorno successivo 25 luglio, dedicata a bambini e famiglie. Il bando di concorso, organizzato dalla Biblioteca Civica Camillo Sbarbaro del Comune di Spotorno, è scaricabile dal sito internet del Comune di Spotorno.

Per consegnare il racconto c’è tempo fino al 15 giugno, inviando una copia in formato pdf alla mail biblioteca@comune.spotorno.sv.it. Potranno partecipare tutti i soggetti che avranno compiuto 16 anni entro l’anno 2017. La quota di partecipazione da versare è di 10€. Sono ammesse opere inedite di lunghezza minima 3 cartelle e lunghezza massima 8 cartelle (ogni cartella è composta da 30 righe).

Al 1° classificato verrà assegnata la pubblicazione, presso un editore, del racconto vincente e di altri racconti o romanzo breve a tema “fantascienza”, al 2° classificato verrà assegnato un ebookreader e al 3° classificato verrà assegnato un buono per acquisto libri di € 100.