Formazione, Savona: la Bottega della Liguria in tavola

In regione Liguria, a fronte della presentazione di 13 progetti di aggregazione di aziende sono state dichiarate idonee 6 Botteghe e finanziate 3 Botteghe di mestiere: tra queste, Futura, ente di Formazione di Confartigianato Savona, ha presentato, nel settore agroalimentare e della ristorazione, uno tra i progetti maggiormente interessanti perché espressione di un territorio a spiccata vocazione turistica e ricettiva e rappresentativo di imprese a vocazione formativa.

Il raggruppamento di imprese che ha dato vita alla Bottega della Liguria in tavola si è così formalmente costituito per poter dare avvio alle selezioni dei giovani interessati ai percorsi formativi. Tra i circa 60 partecipanti, sono stati selezionati 9 giovani, che si sono così aggiudicati la possibilità di accedere al tirocinio della durata di 6 mesi e cimentarsi nelle attività di ristorazione e produzione alimentare. 7 le aziende coinvolte nell’ambito cittadino (Ellepi snc, F.lli Tiranini, Antica Osteria da Oreste di Gallo Basteris, Minuto Caffè, Acquapazza Sas) e 2 aziende in Provincia di Savona (Ristorante Ai Quattro A – Varazze; Ristorante Al Ponte Antico – Noli).

“9 i ragazzi e le ragazze coinvolti nelle attività formative, di cui 4 giovani under 35 occupati presso le aziende formatrici al termine del percorso: un risultato incoraggiante a supporto di un progetto che ha le sue origini nel saper fare e nella trasmissione delle competenze. Confartigianato ha creduto nel programma sin dagli esordi ed ha coinvolto un pool di imprenditori particolarmente attivi e rappresentativi nell’ambito dell’accoglienza e della ristorazione e nella produzione”.

“Per noi è la seconda edizione, la seconda volta che scegliamo la strada della formazione on the job. Nel 2013 con i settori dei servizi alla persona e del turismo abbiamo iniziato a proporre questa metodologia di apprendimento alle imprese e ai disoccupati, trovando interesse e partecipazione da entrambe le parti. Nel 2016 abbiamo risposto al bando con una bottega che coniugasse il territorio alla tradizione raccogliendo la partecipazione di realtà storiche e radicate sulla nostra provincia. La “bottega della Liguria in Tavola” si chiude con un bilancio positivo, fatto di successi occupazionali – circa il 50 % dei soggetti coinvolti ha proseguito l’esperienza lavorativa- e belle storie di integrazione, confermando che soprattutto nelle professionalità artigiane, il fare si impara sul campo” Dichiara Mariano Cerro Confartigianato Savona. Il successo dell’iniziativa e il risultato soddisfacente dei tirocini sono dovuti principalmente a due fattori: alla dedizione con cui gli imprenditori si sono dedicati ad insegnare e a trasmettere le loro conoscenze e competenze ai ragazzi, e al coordinamento tra i soggetti promotori dell’iniziativa hanno seguito lo svolgimento delle attività formative, sostenendo sia le aziende che i giovani tirocinanti.