Loano, percorsi di ceramica d’arte con l’associazione “Avec di Vallauris”

Grande interesse ha suscitato la mostra di ceramica dei cinque artisti dell’associazione “Avec di Vallauris” che si è chiusa domenica 20 maggio a Loano.

Curata dalla ceramista Giovanna Oreglia, con il patrocinio del Comune di Loano e dell’Association Vallaurienne d’Expansion Ceramique il percorso d’arte, allestito nella Sala Mosaico di  Palazzo Doria ha riunito le opere degli artisti Mireille Andelu, Jean Marie Baudet, Daniel Branchard, Marcel Giraud, Marc Piano.
Per l’occasione sono stati esposti anche quattro manifesti di Picasso.
Il giorno dell’inaugurazione è stata donata all’Amministrazione Comunale di Loano una “affiche” di Picasso.

Questo scambio artistico-culturale è iniziato da quando Giovanna Oreglia, da molti anni frequentatrice di Vallauris e degli ateliers dei ceramisti che vi lavorano, ha conosciuto l’Associazione A.V.E.C. (Associazione di Vallauris per l’espansione della ceramica), che si propone di diffondere e acquisire nuove forme e tecniche e di dare visibilità ai suoi associati.

“Fanno parte di questa istituzione – spiega Giovanna Oreglia – gran parte dei ceramisti della cittadina al Sud della Provenza e alcuni stranieri. Essa è gemellata con il Museo Picasso di Buitrago (Madrid), fondato da Eugenio Arias, spagnolo, grande amico di Picasso e suo “barbiere”, che alla sua morte, ha lasciato a Vallauris il proprio patrimonio e opere a lui donate dal grande maestro. Durante la sua lunga permanenza a Vallauris, Pablo Picasso, ad ogni occasione, feste popolari, rassegne e mostre, elaborò e poi fece dono all’A.V.E.C. di “affiches”, che l’Associazione custodisce gelosamente, ma non manca di condividere con gli amanti dell’arte.”