Controlli di polizia marittima sulle attività di ripascimento

I militari dell’Ufficio Locale Marittimo di Alassio hanno multato un concessionario che effettuava ripascimenti di arenile senza autorizzazione.

Con la stagione balneare iniziata e con l’avvicinarsi dell’estate si intensificano le attività sulle spiagge del litorale ed i preparativi per l’arrivo dei turisti. Durante un controllo la guardia costiera ha rilevato ad uno stabilimento balneare di Alassio la non conformità alle norme in materia di ripascimenti: nonostante la mancanza dell’autorizzazione prevista, ripetuti camion carichi di sabbia la trasportavano e la depositavano sulla spiaggia, effettuando di fatto un ripascimento abusivo.

L’autorizzazione non è una mera formalità amministrativa: essa prevede, tra gli altri, il parere ambientale sull’idoneità dell’arenile che viene depositato, sulle sue qualità chimico fisiche nonché la sua compatibilità con l’arenile già presente. Lo stabilimento è stato quindi multato ed i lavori fermati in attesa della regolarizzazione della posizione.

L’attività di controllo sul litorale fa parte delle numerose attività che svolgono i militari della guardia costiera, rientrando nei compiti istituzionali di vigilanza lungo il litorale e di polizia marittima affinché ogni attività si svolga nel rispetto della legalità.