Savona, al via il corso di formazione “Dal Priamàr al centro storico”

Savona. Ha preso avvio il corso di formazione “Dal Priamàr al Centro Storico: nel cuore di Savona dalle origini al periodo ottocentesco” rivolto agli studenti del Liceo Giuliano della Rovere e finalizzato alla realizzazione di percorsi di alternanza scuola lavoro, presso il complesso monumentale del Priamàr.

Il corso nasce dalla Convenzione tra il Liceo e la Sezione Sabazia dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri ed è stato condiviso con l’amministrazione comunale, rappresentata dall’Assessore alle Politiche Giovanili Barbara Marozzi.

Si articolerà in quattro incontri, della durata di un’ora e mezza ciascuno, a partire da mercoledì 26 aprile; interverranno l’ing. Rinaldo Massucco, il prof. Carlo Varaldo, l’arch. Marco Ricchebono, il dott. Fulvio Parodi e altri ricercatori dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri.

“Il Priamàr”, spiega la Prof.ssa Maria Lorenzini, referente per l’alternanza scuola lavoro del Liceo, “è per la città di Savona un patrimonio comune da conoscere – grazie al contributo dei ricercatori e degli studiosi dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri; salvaguardare – con l’impegno e le risorse dell’Amministrazione comunale; promuovere, anche attraverso il consapevole percorso degli studenti in alternanza. Si tratta di un’esperienza di cittadinanza attiva, che vede gli studenti del Liceo della Rovere protagonisti della vita della Città. In particolare, attraverso approfondimenti storici sulla città di Savona, gli studenti saranno in grado di accompagnare i turisti in visite guidate, anche in lingua straniera, sia sulla Fortezza che nel centro storico di Savona”.

“Un’iniziativa interessante e dal notevole valore culturale che consente di scoprire e approfondire la storia della Città e, al tempo stesso, un’opportunità per i giovani del nostro territorio”, commenta Barbara Marozzi, Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Savona. “Abbiamo accolto con entusiasmo questo progetto: e importante coinvolgere gli studenti per la valorizzazione e la promozione del patrimonio di Savona”.