Andora, terminato il trasloco e l’allestimento delle classi per i 430 studenti delle scuole inagibili

Andora. Dopo 48 ore di lavoro, tutto pronto ad Andora per accogliere i 430 studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado del plesso di via Cavour chiuso per inagibilità con ordinanza del sindaco Mauro Demichelis.

L’amministrazione Comunale è riuscita ad organizzare una task force di intervento che ha saputo operare in maniera coordinata per il trasloco del plesso. «Un piccolo miracolo attuato grazie al lavoro congiunto di tecnici comunali, responsabili della sicurezza, ditte incaricate e volontari che hanno lavorato per dare agli studenti locali idonei ad accoglienti. L’intera comunità si è sentita coinvolta dalla situazione tanto che non sono mancate ditte che hanno offerto il loro lavoro gratuitamente per le piccole migliorie dei locali».

Questa mattina possono così già tornare a scuola gli alunni delle Primarie ospitati nei plessi scolastici di via Piana del Merula e di Molino Nuovo. Qui le maestre hanno aiutato le colleghe a disporre banchi e realizzato cartelli di benvenuto per gli scolari di via Cavour. Martedì mattina, sarà invece il suono della campana della chiesa del Cuore Immacolato di Maria a dare inizio alle lezioni.

Il parroco don Stefano Caprile ha programmato i ritocchi in modo che la scuola ospitata nelle Opere Parrochiali abbia la sua campanella. In 48 ore di lavoro, i locali sono stati sgomberati, igienizzati, ritinteggiati e attrezzati con i bagni chimici, che si aggiungono a quelli già presenti, e con i dispositivi di sicurezza come gli estintori e le segnalazioni delle vie di fuga.

“Martedì e mercoledì in tutti e tre i plessi saranno fatte le prove di evacuazione perché gli studenti comprendano come muoversi nei locali secondo i piani di sgombero realizzati dal Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione del Comune e delle scuola ingegner Massimo Pacini che ha lavorato per le operazioni di trasloco e allestimento sedi in sinergia con la dirigente comunale Nicoletta Oreggia, il tecnico Marco Puppo, con i fiduciari dei plessi, con le insegnati e con la docente Gianna Fechino responsabile per la sicurezza dei lavoratori” ha annunciato la dirigente scolastica Maria Teresa Nasi mentre il sindaco Mauro Demichelis ha lodato il grande impegno messo in campo da tutti.

“Ringrazio le ditte incaricate che hanno sottratto tempo ai loro impegni programmati da tempo per dare priorità a questa emergenza e che hanno lavorato in perfetto coordinamento nell’ambito dei piani di trasloco realizzati in maniera veloce e puntuale dai tecnici comunali e delle scuole – ha dichiarato il sindaco Mauro Demichelis – Tutti avevano come priorità il benessere dei nostri ragazzi”.

A testimonianza della sensibilità dimostrata da tutta la collettività di Andora, alcune ditte hanno realizzato gratuitamente alcuni servizi nei locali delle Opere Parocchiali: Paolo e Roberto Bonadonna di Andoor infissi hanno sistemato alcune finestre, Sergio Mordeglia ha installato un router affinché la scuola avesse il wi-fi e Alberto Collalto che ha fatto dei lavori di piccola manutenzione elettrica.