EGO International Group e le opportunità internazionali per le piccole e medie imprese della riviera ligure

Nell’attuale situazione economica in cui la domanda interna stenta a decollare, ed in un tessuto economico, soprattutto in certi settori, in cui la concentrazione delle piccole e medie imprese è particolarmente elevata, una valvola di sfogo della produzione di Albenga e della riviera ligure tutta è certamente rappresentata dalle opportunità offerte dal mercato estero. Purtroppo in questo ambito gli ultimi dati rilevano luci ed ombre, che si riflettono a cascata su tutti i settori connessi alle esportazioni. La EGOInternational Group, società che dedica il suo lavoro a dare appoggio in maniera attiva per lo sviluppo delle capacità e delle conoscenze necessarie per l’apertura di nuovi filoni commerciali con l’estero, è convinta che la vera chiave di volta deve essere l’investimento in formazione e in conoscenze specifiche, che possano aprire le porte al commercio estero anche in realtà finora sconosciute.

Gli ultimi risultati confermano come alcuni settori economici della regione siano particolarmente attivi nel campo estero, e come riescano ad ottenere ottimi risultati, con percentuali di crescita ragguardevoli, mentre altri registrano delle battute di arresto. Dall’analisi si può desumere che il problema non è la capacità delle piccole imprese di affacciarsi sui nuovo mercati, quanto piuttosto il come entrare e come sviluppare queste tendenze. L’opinione degli esperti export manager della EGO International Group è che questi aspetti siano ormai diventati delle necessità, si sottolinea come un’importanza fondamentale per un case study di successo sia quella della adeguata formazione, in ogni aspetto del processo che porta una piccola realtà ad avere un successo internazionale.

I dati della riviera ligure non sono da meno e a settori con degli arretramenti percentuali, affiancano altri in grande controtendenza, come il settore dell’alimentare, uno di quelli a grande concentrazione di imprese di dimensioni minori, che cresce del 4% annuo. Alla luce di questo successo emerge un fatto che la EGO International Group da sempre sostiene presso i suoi clienti, cioè che fare esportazione con imprese di piccole dimensioni è possibile, ed è un passo importante anche per far muovere l’economia e quindi creare nuove prospettive per assunzioni e creazione di nuovi posti di lavoro. Le problematiche che si incontrano possono essere superate se alle spalle c’è un’attenta programmazione ed uno studio preciso dei passi che una scelta simile comporta. Le strade internazionali non sono semplici da percorrere e per questo l’investimento in formazione del personale dev’essere pari a quello in materie prime e organizzazione.

Come dimostrano le esperienze e le storie di successo di EGOInternational Group, investire in un’attività di promozione anche delle nostre eccellenze meno conosciute potrà dare degli ottimi risultati che ricadranno inevitabilmente anche su tutti gli altri settori dell’indotto. Analizzando il successo dell’alimentare della riviera ligure si possono fare diverse considerazioni sul perché le piccole e medie imprese di queste settore riescono ad avere degli ottimi risultati. Una di queste può essere il fatto che il Made in Italy nel settore agroalimentare è un marchio di eccellenza, conosciuto e rinomato in tutto il mondo. Secondo EGOInternationalGroup questo processo accresce la capacità produttiva di tutti i settori legati direttamente o indirettamente a quelli a maggior percentuale di export, con evidenti benefici a livello globale.

In un momento in cui la domanda interna è fiacca o con una crescita insufficiente ad assorbire il surplus produttivo, le opportunità date dai mercati internazionali per aprirsi nuove strade diventa una conditio sine qua non per lo sviluppo delle aziende della riviera ligure e di Albenga, e per la nascita di nuove opportunità di sviluppo, con ricadute occupazionali importanti che potranno dare un ulteriore impulso all’economia locale.