Savona Città dei Bambini 2017

Savona Città dei Bambini 2017: più di 60 eventi in due giorni, quasi 40 realtà savonesi unite sotto un’unica regia per dare vita ad una manifestazione “diffusa” in 16 location per tutto il centro città e non solo. Proposte di ogni tipo con un unico comune denominatore: l’attenzione per i più piccoli.

Sabato 6 e domenica 7 maggio 2017 la città della Torretta diventerà “a misura di bimbo” grazie alla seconda edizione di “Savona Città dei Bambini”, manifestazione organizzata dalla Compagnia Teatrale “Nati Da Un Sogno” con la collaborazione ed il patrocinio del Comune di Savona. Per due intere giornate, Savona dedicherà ai bimbi e alle loro famiglie gli spazi del centro storico pedonale e altri luoghi della città con eventi, spettacoli e laboratori gratuiti o a offerta libera.

“Gli eventi – racconta la direttrice artistica della manifestazione, Roberta Bonino dei Nati da un Sogno – avranno luogo in parte all’aperto e in parte presso gli esercizi commerciali e le associazioni che hanno aderito all’iniziativa, e riguarderanno i più diversi temi e attività: dalla crescita creativa al rispetto degli altri e dell’ambiente, dall’arte al teatro, e poi lettura, musica, educazione scientifica, gioco e sport. Tutte le manifestazioni saranno organizzate con un occhio di riguardo al mondo dei bambini, alle loro aspettative, ai loro sogni, alla loro voglia di esprimersi e di sperimentare”.

La città di Savona diventerà dunque un grande palcoscenico a cielo aperto, un mix di teatro, arte, musica, cucina, lettura, filosofia e gioco. Tra gli eventi del sabato anche una caccia al tesoro fotografica, Pompieropoli, i cavalli in piazza del Brandale ed un percorso didattico in Pinacoteca; tra quelli della domenica lo spettacolo “Badabum Sciò”, i personaggi di Trolls, uno spettacolo itinerante nel mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie e la gara di cucina “Sushi Chef”. Come l’anno scorso, poi, non mancherà il toccante “incontro tra generazioni” con gli anziani della RP Santuario che attenderanno in via Santa Maria Maggiore i bambini per giocare con loro.

“Siamo lieti e orgogliosi di poter ospitare nella nostra città manifestazioni di qualità come questa, a costo zero per l’ente comunale e di grande coinvolgimento per i più piccoli e per le famiglie – afferma Ilaria Caprioglio, sindaco di Savona – Siamo certi che questa bella iniziativa possa crescere ancora negli anni a venire. Un plauso agli organizzatori e a tutti i loro partner, per l’impegno costante e per l’attaccamento al territorio: il successo di queste iniziative potrà essere di esempio per dare vita ad altre manifestazioni di richiamo nel prossimo futuro”.

Quasi 40, come detto, le realtà aderenti a vario titolo. Tra queste i punti vendita savonesi di McDonald, Ipercoop, Toysland, Tiger e Decathlon, grandi marchi come Noberasco e soggetti più “istituzionali” come la Biblioteca Barrili, la Pinacoteca Civica, i Vigili del Fuoco o il Campus universitario. E poi associazioni, librerie (Feltrinelli, Ubik, Il Libraccio e le Paoline), attività commerciali e singoli artisti come il ceramista Carlo Bernat e la cantante Eliana Zunino.

Tutti quanti parteciperanno gratuitamente o con il solo rimborso delle spese vive: l’idea della manifestazione, infatti, è che in un periodo di difficoltà economica per le istituzioni siano proprio le realtà savonesi, tutte insieme, a trasformare almeno per due giorni la loro stessa città in una “Città dei Bambini”. Ogni realtà contribuirà nel modo che gli è più congeniale: chi organizzando incontri, giochi o laboratori, chi fornendo gadget e premi od occupandosi della stampa del materiale informativo (CoopTipograf e Ipercoop). Le spese vive saranno sostenute grazie al contributo economico di Fondazione De Mari e alle partnership con McDonald, Tiger, Toysland, Sottozero e Bagni Lido.

Tra le realtà aderenti anche il Campus universitario, che attraverso le sue molteplici attività proporrà laboratori di ogni tipo all’interno di Palazzo Santa Chiara. “Abbiamo creduto importante partecipare perché riteniamo che attraverso il gioco interattivo e la sperimentazione si possano rendere consapevoli le generazioni future rispetto all’ambiente, l’energia, le scienze e la vita nella propria città – spiega Caterina Marcantonio di Spes – Inoltre vorremmo accorciare le distanze percepite con il Campus, spesso visto come una realtà a se e lontana. Il Campus è la città, e la città è il Campus”.

Ogni piccolo partecipante riceverà presso l’apposito Info Point situato in Piazza Sisto IV la cartina della “Città dei Bambini”, che riporterà tutti i luoghi di Savona protagonisti degli intrattenimenti delle due giornate. La cartina indicherà nel dettaglio gli orari, la tipologia degli eventi e la fascia di età a cui si rivolgono, per permettere alle famiglie di sfruttare al meglio ogni occasione di gioco e divertimento. Per alcune attività è necessaria la prenotazione attraverso il gruppo Facebook “Savona città dei bambini”. In caso di maltempo non si effettueranno gli eventi all’aperto, ma resteranno accessibili quelli nei luoghi chiusi.