Santa Maria di Castello sul Priamàr, l’antica cattedrale di Savona

Savona. Oggi, mercoledì 26 aprile, alle ore 17 sul Priamàr di Savona, presso la Cappella del Palazzo del Commissario, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Savona la Sezione Sabazia dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri presenta i risultati degli importanti scavi archeologici condotti negli scorsi mesi nell’area dell’antica cattedrale di Savona sul Priamàr, con l’ intervento anche del “Coro San Pietro” diretto da Padre Piergiorgio Ladone.

Programma

  • Presentazione dei risultati della dodicesima campagna di scavi archeologici condottivi dalla Sezione Sabazia dell’ Istituto Internazionale di Studi Liguri (diretti dal prof. Carlo Varaldo, su concessione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo).
  •  Ipotesi e suggestive proposte progettuali della sistemazione della “Piazza della Cittadella” della Fortezza di Savona alla conclusione della tredicesima campagna di scavi che sarà eseguita nel corrente anno 2017, su nuova concessione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (progetti elaborati dall’ arch. Pasquale Gabbaria Mistrangelo, in stretta collaborazione con l’ Istituto Internazionale di Studi Liguri).
  •  In occasione della ricorrenza della data del 23 aprile 1543 (quando su ordine della Repubblica di Genova l’ antica cattedrale di Savona fu chiusa all’interno della Fortezza e fu quindi chiusa al culto), il “Coro San Pietro” (Parrocchia savonese di S. Pietro), diretto da Padre Piergiorgio Ladone, rievocherà la dolorosa ricorrenza con brani polifonici liturgici della metà del XVI secolo, contemporanei agli eventi che i Savonesi subirono quando l’intero quartiere del Priamàr venne distrutto per la costruzione della Fortezza genovese tuttora esistente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*