Festa della Liberazione, Rossetti: “doveroso definire meglio il ruolo delle donne nella resistenza”

Venerdì 21 aprile il vicepresidente del Consiglio regionale Sergio Rossetti partecipa all’incontro “Bella ciao. Tina e le altre”, organizzato alle ore 17.30 nel Foyer Teatro della Corte, a Genova, dedicato al ricordo di Tina Anselmi.
L’iniziativa rientra fra le cerimonie in programma nei giorni dedicati alla memoria della Resistenza e in occasione della Maratona teatrale Suq “Prima le donne e le bambine”, in scena al Teatro Duse fra oggi e il 30 aprile.

«Fino ad oggi la storiografia non ha riconosciuto adeguatamente il fondamentale contributo delle donne – dichiara il vicepresidente Rossetti – alla lotta per difendere gli ideali di libertà e democrazia durante l’oppressione nazifascista in Italia. E’ doveroso, dunque, definire meglio i contorni del loro ruolo, che è stato quello delle cosiddette “staffette partigiane” come Tina Anselmi, ma anche di altre figure femminili, che hanno operato spesso nell’ombra oppure hanno messo a rischio la propria vita, a fianco degli uomini, per combattere una guerra dura e spietata nel nostro paese. Venerdì avremo l’occasione per esplorare ancora questo diverso profilo della storia che parte da Tina, ma abbraccia il destino di tante altre donne in Liguria e in Italia».

Accanto a Sergio Rossetti partecipano all’incontro anche l’onorevole Roberta Pinotti e il presidente dell’Istituto ligure per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea Giacomo Ronzitti.
Intervengono la giornalista Donatella Alfonso e la scrittrice Anna Vinci .