Laigueglia, sul “Muretto dei ciclisti” una nuova piastrella per Mario Manzoni

È stato anche compagno di squadra del mitico Marco Pantani, ex-ciclista professionista, corridore dal 1991 al 2004, vincitore tra le altre di una tappa al Giro d’Italia nel 1997 e di una tappa alla Tirreno-Adriatico nel 1994, ha partecipato ad 11 grandi giri e a 6 classiche. Un vero e proprio monumento del ciclismo. Da sabato scorso sul “Muretto dei Ciclisti” di Laigueglia c’è una nuova targa, quella di Mario Manzoni, direttore sportivo del team Nippo Vini Fantini, gli #OrangeBlue, che con la Baia del Sole, ha sviluppato un forte quanto solido legame. E’ accanto ad altri grandi ciclisti del passato come Eddy Merckx, Vincenzo Nibali.

Sin dal primo anno nella categoria Professional del team, infatti, sono ormai consuetudine i ritiri di inizio stagione tra Laigueglia e Alassio, località perfette per gli allenamenti di inizio stagione, nei quali la tradizione ciclistica è grande e sentita. Anche nella stagione 2017 il team ha svolto il consueto training camp, in preparazione del Trofeo Laigueglia, nel comune di Alassio.

Il nome di Mario Manzoni si colloca così da oggi sul “Muretto dei ciclisti” al fianco di quello di grandi campioni e personaggi del mondo del ciclismo di ieri e di oggi, tutti passati da Laigueglia e come un grande nome del ciclismo sempre parte della famiglia #OrangeBlue: lo storico costruttore di bici Ugo De Rosa. La posa della nuova targa è stata realizzata dall’amministrazione Comunale di Laigueglia con a capo il Sindaco F.Maglione, in collaborazione con uno dei creatori del Muretto Bruno Zanoni già organizzatore del Trofeo Laigueglia e con Roberto Schiavon, responsabile delle pubbliche relazioni e stampa del Trofeo Laigueglia.