Albenga, incontro pubblico sul Bilancio Partecipativo

Albenga. Domani, mercoledì 19 aprile alle ore 21, incontro pubblico all’Auditorium San Carlo sul Bilancio Partecipativo.

Si è conclusa la prima fase di ascolto che ha visto numerosi incontri pubblici organizzati sia in città che nelle frazioni dove i cittadini si sono confrontati su quale potesse essere l’opera pubblica da realizzare con lo strumento innovativo messo a disposizione dall’Amministrazione Cangiano che in fase sperimentale ha stanziato 30.000 euro da un capitolo di bilancio dedicato a questo progetto. Afferma l’assessore al bilancio Paola Allaria: «il Bilancio Partecipativo rappresenta un’occasione di apprendimento reciproco tra cittadinanza e pubblica amministrazione, una possibilità per i cittadini di incidere, almeno in parte, sulle scelte istituzionali e per l’amministrazione di comunicare e realizzare in modo trasparente le scelte di governo del territorio, dopo la prima fase dell’emersione del bisogno nella quale numerose cittadine e cittadini hanno presentato circa 200 proposte di opere pubbliche, elaborate poi da parte degli uffici comunali e dalla Commissione di Garanzia, siamo giunti alla fase nella quale tutte e tutti, con il nostro VOTO, possiamo decidere quale sarà l’opera che l’Amministrazione Comunale eseguirà nel corso del 2017/18. La fase “Decido anche Io “ entra dunque nel vivo, nascerà infatti da questo secondo step la scelta dell’opera che sarà realizzata con questo strumento innovativo e partecipativo. Sui Progetti segnalati dai cittadini avverrà una nuova votazione sia con scheda cartacea che tramite un sondaggio online sul sito www.comune.albenga.sv.it e su pagina facebook ufficiale del comune di Albenga».

I progetti che hanno ottenuto il maggior numero di voti sono sei e uno di questi, il più votato, sarà quello che i cittadini vedranno realizzato:

  • Acquisto di 4 Gozzi per la realizzazione del “Palio Velico” e progetto di pratica sportiva a persone con disabilità;
  • Acquisto di tricicli per sviluppare un progetto di assistenza a persone con disabilità;
  • Realizzazione di Orti Cittadini;
  • Rifacimento facciata con murales nella Scuola di Campolau;
  • Ripristino del percorso “Ci vado ad occhi chiusi” e abbattimento di alcune barriere architettoniche di Via Piave;
  • Sostituzione portone d’ingresso e porte Scuole Via degli Orti.