A Sassello la prima Festa di Primavera

Anche Sassello quest’anno dedica tre giornate, nel “ponte” del 25 aprile, alla Prima Festa di Primavera con attività diversificate per grandi e piccoli. La Proloco Sassello per domenica 23 organizzerà, a partire dalle ore 9 in piazza G.Rolla e nel pittoresco centro storico, la fiera mercato di piante, fiori e prodotti tipici della gastronomia locale. Gli espositori potranno fare richiesta alla Proloco di Sassello tramite e-mail (prolocosassello@gmail.com) di uno spazio espositivo che verrà assegnato gratuitamente, grazie al patrocinio del Comune di Sassello.

A partire dalle 15 comincerà la preparazione di frittelle a cura della Confraternita di san Giovanni e degustazione nei vari punti di ristoro presenti sulla piazza G.Rolla, nel centro storico e nei dintorni. In serata, dalle 21,30 si esibiranno i Fetish Calaveras dal vivo in piazza G.Rolla.

Il pomeriggio di lunedì 24 sarà dedicato ai bambini che, dalle ore 15, troveranno animatori che li divertiranno con passeggiate a cavallo, in carrozza, un laboratorio didattico e tanto altro, grazie all’Associazione Ippica Le Rocce, la cascina Granbego e al Rifugio Sciverna della frazione Maddalena. Sarà possibile, per grandi e piccini, fare merenda nei punti di ristoro ed assistere alla filiera del pane impastato e infornato in loco grazie alla collaborazione di Massimo dell’agriturismo La Sciverna . La serata sarà animata da due gruppi musicali, i Black Velvet alle 21 e il Power Trio dalle 22.

Per martedì 25 aprile verrà offerta la possibilità di fare una splendida passeggiata nel bosco alla scoperta della natura nella Foresta demaniale della Deiva (Ente Parco del Beigua). Il percorso potrà essere effettuato a piedi, a cavallo o in bicicletta, con partenza alle ore 9 dalla casa della Forestale, su tre anelli di differente lunghezza. All’arrivo i gitanti potranno rifocillarsi con varie specialità della cucina locale tra cui un piatto di polenta (offerta dall’Agriturismo Romano) in località Giumenta, l’aria attrezzata dove l’Ente Parco ha ristrutturato un vecchio seccatoio per castagne e realizzato, per i più piccini, un percorso didattico sugli abitanti del bosco.