Borghetto, nuovo Consiglio di Amministrazione per la SAEL

È pienamente operativo, dopo la sua costituzione, il nuovo Consiglio di Amministrazione della SAEL – Società Attività Economiche Locali, ente strumentale del Comune di Borghetto Santo Spirito e dotato di personalità giuridica ed autonomia imprenditoriale, che si occupa in particolare della gestione del servizio pubblico costituito dalla Farmacia comunale. Nei giorni scorsi i nuovi amministratori si sono insediati ed hanno svolto le loro prime riunioni, con la partecipazione del direttore tecnico della farmacia ed il consulente amministrativo, al fine di analizzare la situazione attuale della società e dell’azienda, assumere i necessari provvedimenti per la gestione corrente oltre a pianificare l’attività ed il programma del lavoro e delle attività da svolgere.

Il Commissario Straordinario, con un apposito atto a sua firma, ha nominato il nuovo C.d.A. nelle persone della d.ssa Di Marco Monica (segretario comunale) in qualità di Presidente, delle d.sse Riolfo Cristina (funzionario comunale responsabile dell’area economico contabile) e Patrone Michela (istruttore direttivo comunale dell’area affari generali) in qualità di Componenti.

La decisione del Vice Prefetto, che dal 12 luglio è alla guida del Comune titolare del 100% della SAEL, giunge dopo l’adozione del provvedimento del 17/11/2016 con la quale si era provveduto alla cessazione dall’incarico del dr. Gianni Manfredi, nella Sua qualità di commissario liquidatore della stessa. Tale decisione rispecchia i dettami della deliberazione n. 13 adottata il 21/10/2016 dal medesimo Commissario, assunta con i poteri del Consiglio Comunale, inerente la revoca dell’atto con la quale l’amministrazione, presieduta dal sindaco Gandolfo, disponeva di gestire in economia il servizio farmaceutico anziché mediante l’azienda speciale.

Lo squilibrio finanziario accertato del Comune, nel periodo di attuazione delle misure ripristinatorie volte ad assicurare il riequilibrio, ha reso opportuno, secondo il principio di prevenzione nonché di economicità dell’azione amministrativa, l’effettuazione di un nuovo provvedimento ed in esito all’attuazione e bontà della scelta effettuata una nuova valutazione dell’interesse pubblico originario. Pertanto la farmacia comunale di C.so Europa continuerà ad essere gestita dal Comune tramite l’azienda speciale SAEL che era stata costituita dal Consiglio Comunale il giorno 11/4/1995. Nel febbraio 2016 l’allora Giunta Comunale aveva stabilito il ritorno completamente “in house” di tale servizio avviando le procedure di liquidazione della società. Il Commissario Straordinario, dopo attenta valutazione ed aver consultato le varie componenti interessate, ha revocato gli atti, che in passato erano anche stati oggetto di un ricorso al TAR con la sentenza di annullamento.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione, formato da tre membri sulla base di quanto previsto dallo statuto, è costituito totalmente da dipendenti pubblici e presieduto dal segretario comunale, quindi a costo “zero”. Esso è stato formato sulla base l’orientamento ANAC secondo il quale la nomina, degli amministratori delle società controllate, deve essere formata da dipendenti dell’amministrazione di riferimento, anche con qualifica dirigenziale.

Prima della formalizzazione degli atti sono stati acquisiti i curricula personali dei nuovi amministratori che afferiscono il possesso dei requisiti generali e professionali di cui agli indirizzi generali previsti per le designazioni nelle soc. partecipate dell’Ente. Sono state altresì acquisite le dichiarazioni e pedisseque attestazioni in merito all’assenza di incompatibilità, inconferibilità e insussistenza di conflitto di interessi dei membri del nuovo C.d.A.

“La farmacia comunale continuerà ad essere gestita attraverso la struttura che l’amministrava da oltre 20 anni, con esiti sempre positivi. Considerato che tale attività ha sempre prodotto utili di bilancio, nell’interesse del Comune e dei cittadini, ho ritenuto utile provvedere a revocare gli atti assunti ritornando alla precedente proficua esperienza gestionale – ha affermato il dr. Andrea Stantonastaso. Occorre evidenziare che i ricavi di bilancio, derivanti dall’attività farmaceutica, hanno sempre permesso, a tutte le Amministrazioni comunali che si sono succedute nel tempo, di finanziare moltissime attività dei servizi sociali ed in ultimo i nuovi moduli abitativi per le persone in disagio economico installati in via Tiziano”.