Due mostre alla Fornace Alba Docilia di Albissola Marina

L’inaugurazione di due mostre e la presentazione del programma 2017. La Fornace Alba Docilia, nel centro storico di Albissola Marina, riapre giovedì 26 gennaio alle ore 17, con la mostra permanente ‘I Macachi – Il presepe di Albisola’ e con l’esposizione temporanea (fino a domenica 26 febbraio) ‘40 anni di… Scuola di ceramica’. Nell’occasione saranno presentati il cartellone mostre e le prime serate 2017 della Fornace

Tre appuntamenti in uno. Giusto per ripartire lanciati, dopo due settimane di pausa. La Fornace Alba Docilia, nel centro storico di Albissola Marina, riapre i suoi spazi museali giovedì 25 gennaio alle ore 17, con l’inaugurazione di due mostre, una permanente, ‘I Macachi – Il presepe di Albisola’ e una temporanea, ‘40 anni di… Scuola di ceramica’.

Il vernissage sarà l’occasione, per l’amministrazione comunale di Albissola Marina e l’associazione ‘La Fornace’ che gestisce la struttura, per presentare il programma delle mostre temporanee del 2017 e delle prime due serate-incontro dell’anno. Come nel recente passato, da giovedì 26 la Fornace sarà aperta al giovedì dalle 16 alle 18, al sabato e alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.

‘I Macachi – Il presepe di Albisola’ è la realizzazione di un progetto nato circa un anno, concordato tra l’amministrazione comunale albissolese e l’associazione Macachi lab, quando furono poste le basi per la riapertura del prestigioso spazio di via Stefano Grosso, chiuso da anni. Statuine antiche e attuali, assieme a maxi foto e pannelli esplicativi (il tutto riunito in una sala), ripercorrono la storia del presepe popolare di Albisola, lunga più di 200 anni, a partire dall’epoca napoleonica, portata avanti attraverso il lavoro delle figurinaie.

La mostra ’40 anni di … Scuola di ceramica’, che resterà aperta fino a domenica 26 febbraio, costituisce un bell’esempio di concreta collaborazione tra i due Comuni albisolesi, visto che alla Scuola comunale di ceramica di Albisola Superiore molte iniziative coinvolgono anche studenti e artigiani di Marina. In esposizione, oltre a un antico tornio a pedale che accoglie i visitatori all’ingresso della galleria, il meglio della produzione realizzata in 40 anni di attività, con numerose ‘firme’ illustri e con l’evoluzione della Scuola, oggi gestita da un pool di sei associazioni locali, l’Ats ‘U Vascellu’. Entrambe le mostre hanno il patrocinio dei due Comuni.

Nel corso dell’inaugurazione, verranno annunciati gli appuntamenti 2017 della Fornace. Qualche anticipazione: dopo la Scuola di ceramica, toccherà a ‘Quando la ceramica è donna’ con protagonista il mondo femminile (titolari, dipendenti e collaboratrici) che opera all’interno delle fabbriche albisolesi; tra la primavera e l’estate un grande omaggio a Eliseo Salino. Le prime due serate sono previste nel mese di febbraio: una avrà come tema la realtà attuale della Scuola di ceramica, l’altra prevede una conferenza di Federico Marzinot.